Gran finale al Padova Pride Village

pride village padovaGiunge al termine la Nona edizione del Padova Pride Village alla Fiera di Padova. Da mercoledì 31 agosto a domenica 4 settembre la più grande manifestazione LGBT del Nord Italia, che vanta oltre 100 mila presenze ogni anno, ha deciso di chiudere in grande il 2016 con una settimana densa di eventi e di ospiti provenienti dal mondo della politica, della cultura della musica e del divertimento. Tra gli ospiti della settimana: Immanuel Casto (31 agosto), Luca Tommassini (1 settembre), Neja (3 settembre) e domenica 4 settembre gran finale con lo show di Virginia Raffaele.

L’ultima settimana del Padova Pride Village inizierà mercoledì 31 agosto all’insegna della musica live con il principe del “Porn Groove” Immanuel Casto, istrionico cantautore e performer che presenterà dal vivo il suo ultimo lavoro discografico, “The Pink Album”, entrato nella top 25 della Classifica Fimi dei dischi più venduti in Italia e anticipato dai singoli di successo “Deepthroat Revolution”“Da Grande Sarai Fr**io” e “DiscoDildo”. Lo show, immerso in sonorità dance e synth-pop e confezionato con un’immagine algida e glamour, vedrà Casto impegnato in una lunga scaletta che comprende anche le hit che hanno reso celebre l’artista quali, come “Zero Carboidrati”, “Escort25”, “Crash”, “50Bocca100Amore”, “Anal Beat” e “Tropicanal”. Casto ha all’attivo quattro album (“Porn Groove 2004-2009”, “Adult Music”,” Freak&Chic”, “The Pink Album”) oltre ad essersi imposto nel settore ludico con il gioco da lui ideato “Squillo” diventato subito un best-seller tra i giochi da tavolo nelle versioni “Deluxe”, “Bordello d’Oriente”, “Marchettari Sprovveduti” e nel nuovo capitolo “Satiri e Baccanti” della trilogia Time Travels. Dal gioco è stato tratto anche il fumetto “Squillo The Comic” edito da Magic Press. È uscita, inoltre, recentemente la biografia ufficiale di Immanuel Casto “Tutti su di Me” scritta da Max Ribaric ed edita da Tsunami Edizioni.

La serata prenderà il via come di consueto alle 19.00 con un aperitivo tra i grandi successi musicali. Prima del concerto il pubblico sarà intrattenuto da “You choose. We Play”: richieste musicali, notizie strane dal mondo e brevi show.  Al termine dello spettacolo spazio alla musica dance sul palco esterno con Milla De La Soul DJ e Rrose.

[Ingresso gratuito tra le 19:00 e le 20:00, 5 € tra le 20:00 e le 2:00].

Ultimo appuntamento, giovedì 1 settembre, con i talk presentati da Lorenzo Bosio, direttore artistico del Festival che vedrà protagonista Luca Tommassini, ballerino di successo internazionale, coreografo, regista e oggi direttore artistico di “X Factor”. L’occasione è la presentazione del volume “Fattore T“ (Mondadori) in cui Tommasini, attraverso il racconto autobiografico, si interroga su cosa sia il talento, il “Fattore T” appunto, se possa essere insegnato oppure sia, come l’arte, qualcosa di difficilmente definibile se non addirittura magico. Ogni episodio della sua vita, ogni personaggio che ha incontrato e con cui ha lavorato – da Madonna a Michael Jackson, da Whitney Houston fino a Robin Williams e Prince – diventa nel libro lo spunto per un insegnamento a riconoscere e soprattutto coltivare il talento. Perché, se è vero che la scintilla del talento è inafferrabile, è altrettanto vero che percorrere questa strada richiede sforzo, dedizione, disciplina e soprattutto sacrificio. A testimoniare il percorso di Luca anche i racconti di tantissimi personaggi che in questi anni hanno lavorato con lui: Fiorello, Eros Ramazzotti, Mika, Patty Pravo, Elisa, Giorgia, Francesco Facchinetti, Lorella Cuccarini, Alessandro Cattelan, Ivan Cotroneo e molti altri, fino ai ragazzi emersi da “X Factor” e che oggi hanno intrapreso una carriera di successo come Chiara e Lorenzo Fragola.

A partire dalle 19.00 il Padova Pride accoglierà i propri ospiti con un aperitivo tra i grandi successi musicali. Al termine del talk tutti in pista con la con Matty P DJ dal Red di Bologna.

[Gran finale, sempre venerdì, per “Drag your Talent”, concorso presentano Pink Logan e Krystian che decreterà la Drag vincitrice dell’edizione 2016 del Padova Pride Village. La dance sarà, quindi, padrona delle due piste: sul Boulevard Disco Pop con Mattia Matthew DJ, all’interno del Palavillage si balla con l’house di Dat Vila DJ e Marc Leisure.

Sabato 3 settembre alla Fiera di Padova si torna indietro nel tempo con ” A90″ una notte per ballare tutti i più grandi successi degli anni ‘90 organizzata da Beardoc che vedrà come ospite sul palcoscenico la cantante Neja autrice di hit quali “Restless”, “Shock”, “Fairytale” “Singin’ nanana” “Loving you” e “Sorry”. Insieme a lei, la serata sarà arricchita dalla musica di Harry Morry in consolle direttamente da 90 Festival, e dall’animazione dei Beardoc Boys.

Alle 21.30 a “Casa Tralaltro” si terrà un incontro con Helena Velena, una “(trans)gender activist multimediale”, specializzata nel fare controinformazione sulla sessualità e cortocircuitare i processi comunicativi di massa. Cantante, produttrice discografica e scrittrice transgender, Helena Velena, che si definisce “guerrigliera semiotico psichedelica”, è attiva nel movimento punk fin dalla fine degli anni settanta, prende parte attiva nel movimento cyberpunk italiano e contemporaneamente spinge più avanti il proprio percorso transgender. Nel 1995, dopo anni di ricerche e conferenze in questi campi, pubblica per Castelvecchi il suo “Dal Cybersex al Transgrender”, importando di fatto in Italia il dibattito sul transgender in altri paesi era già molto più avanzato.

Sul Boulevard, dopo l’aperitivo musicale prenderà il via l’ultimo appuntamento con “I Migliori D-Anni Show”, sfida tra due squadre capitanate da Mizzy Collant e Giusva, che ripercorre i decenni del costume e della storia condotto da Leo e Miss Linda. Al termine, sul palco esterno, Disco Pop con Dee DJ.

Domenica 4 settembre, il Padova Pride Village festeggerà la chiusura della propria Nona Stagione con un ospite d’eccezione: Virginia Raffaele. Dopo la consacrazione al Festival di Sanremo 2016, l’artista comica e trasformista più famosa in Italia porterà in scena le sue maschere più popolari: Ornella Vanoni, Belen Rodriguez, Carla Fracci, la criminologa Bruzzone e tante altre ancora. Donne molto diverse tra loro, che tra arte, spettacolo, potere e politica sintetizzano alcune delle ossessioni ricorrenti della società contemporanea: la vanità, la scaltrezza, la voglia di affermazione e, forse, la scarsa coscienza di sé. Il tutto raccontato attraverso la lente deformante e irriverente dell’ironia e della satira, tipici elementi che compongono lo stile dell’artista.

A fine spettacolo si celebrerà il Grande evento di chiusura, con la partecipazione degli addetti ai lavori, artisti, direzione e produzione che darà il via allo schiuma party, accompagnato dalla Disco Pop di Dorigo DJ e gli animatori che hanno accompagnato i “Villeggianti” in tutta l’edizione 2016.

 

Organizzato in collaborazione con il Circolo Tralaltro Arcigay di Padova, il Padova Pride Village, ha inaugurato venerdì 19 giugno con il concerto di Noemi, madrina della Cerimonia di Apertura che alle unioni civili ha dedicato “Finalmente liberi”, inno all’amore e alla libertà ritrovata, sigla della nona edizione del Pride Village. Tra gli artisti ospiti che quest’anno hanno partecipato al Village: Alexia, Cristina D’Avena, Spagna, Fiordaliso, Valeria Graci, L’Aura, Barbara Foria, Marco Bianchi, Cesare Bocci, Laura Bono, Francesca Reggiani e Luca Tommassini.

Main sponsor dell’edizione 2016 è Coop Alleanza 3.0

Per informazioni
www.padovapridevillage.it