Referendum Costituzione: il mio NO e le motivazioni

250

referendum-costituzioneLa storia non è mai perfetta. Le azioni spesso sono in contrasto con gli ideali. La libertà ha un prezzo elevato, non è mai gratuita e ciclicamente bisogna difenderla contro chi vuole “violentarla”. Credo profondamente in una democrazia partecipativa, seppur rappresentativa, ma il potere nelle mani di un uomo solo, come vorrebbero Matteo Renzi e la sua “combricola”, è molto pericoloso.

Si tratta di un golpe silenzioso e fatto senza armi o sangue, ma che nel tempo ridurrà alla fame e alla prigionia il popolo. La Costituzione si può modificare, ma di certo, visti gli scandali e il curriculum dei nuovi “padri costituenti”, un brivido corre profondamente nel mio corpo e nella mia anima.

Ogni cittadino ha un’arma potentissima nelle proprie mani: il VOTO. Bisogna essere consapevoli e NON permettere ai “poteri malati” all’interno delle Istituzioni di governare il nostro bellissimo paese.

La difesa del nostro paese, della democrazia NON appartiene a nessun partito in particolare, ma ad ogni singolo cittadino. Siamo chiamati al difendere gli ideali, preziosi e forse poco conosciuti, che sono alla base della nostra Costituzione. Una Costituzione che può essere aggiornata e modificata, ma non per trasformarla in un documento vuoto che prevede lo strapotere dell’Esecutivo, che come mostrano i recenti eventi è profondamente collegato alle grandi lobby e alla criminalità.

Questo Governo, in tutti i suoi “esponenti” va ricordato che non ha alcun mandato popolare e nasce dalla volontà “dell’Imperatore” Giorgio Napolitano, oltre ad essere un esecutivo giuridicamente e politicamente delegittimato.
L’Italia è nelle mani di un Governo di “personaggi” che grazie a Napolitano si sono appropriati del potere mediante “espedienti” dichiaratamente incostituzionali. Tanto coscienti della propria illegittimità da inventare balle a sostegno delle proprie azioni ed affermazioni, meschinamente tentando di impedire perfino la semplice espressione del dissenso, perché va ricordato che è un Referendum Oppositvo (e non confermativo come fanno credere), voluto dalle opposizioni!.

Penso a quanti dei nostri nonni e nonne anno perso la vita per difendere la libertà e penso, a quanti di noi, oggi “zombificati” dalla tv di regime, siano insensibili.

Dobbiamo svegliarci… perché questa finta riforma non è opera di un Parlamento, ma solo di un Governo, che ha pensato bene di scriverla, a proprio uso e consumo,  sia per uccidere la democrazia e rendere tutti i cittadini degli schiavi nelle mani di pochi, sia per mortificare l’unica forza vera di opposizione, il Movimento 5 Stelle.

Dobbiamo svegliarci… perché i Senatori NON eletti e che definirei “part-time”, ricevendo l’immunità difendono solo i propri interessi, quelli del partito ed in molti casi anche della criminalità. In pratica permettiamo ad una classe dirigente pessima che ha mandato in fallimento questo paese di fare tutto ciò che vogliono essendo protetti.
Il nuovo Senato passerà da 315 senatori a 100 di cui 74 consiglieri regionali, nominati dai Consigli regionali (oltre che da quelli provinciali di Trento e Bolzano); 21 sindaci, nominati dai Consigli regionali (oltre che da quelli provin-ciali di Trento e Bolzano) fra tutti i sindaci dei Comuni della Regione e nella misura di uno per ciascuna; 5 senatori, nominati dal Presidente della Repubblica con mandato di 7 anni non rinnovabile. Il risparmio secondo la Ragioneria di Stato oscilla tra i 50 ed i 60 milioni di euro e NON come ha affermato Matteo Renzi di 500 milioni!!!

Dobbiamo svegliarci… perché ci stanno prendendo in giro e sostanzialmente la finta riforma NON abbatte nessuno costo della politica ed a differenza di quanto ha affermato la Boschi che “Per avere un’Europa unita contro il terrorismo serve un Paese forte, con una Carta che dia stabilità”, la finta riforma non ha nessun tipo di incidenza sul terrorismo internazionale… è un po’ come dire che l’Isis si “cagherà sotto” per la riforma e deciderà di non colpirci… capite??? Siamo nell’ambito fumettistico…

Dobbiamo svegliarci… perché non è vero che il bicameralismo paritario non permette di legiferare. L’orrore della riforma Fornero sulle pensioni è stata fatta in 19 giorni. Il problema è il volere…e loro vogliono fare solo gli interessi di pochi a discapito dei molti.

Dobbiamo svegliarci… perché questa falsa riforma ci allontana e di molto, dal processo che tante democrazie stanno facendo nel Mondo. Inoltre il procedimento legislativo è più confuso. Ricordate sempre che la confusione legislativa, giova solo ai criminali! Va anche detto, che queste false riforme danno in pratica all’Esecutivo e cioè al Governo, un potere grandissimo tipico di una dittatura e non di una democrazia, nella quale tutti i poteri sono in equilibrio.

Dobbiamo svegliarci… perché è una riforma conservatrice e genera una finta maggioranza, grazie al premio di maggioranza. Inoltre la finta riforma, indebolisce le autonomie territoriali ed ovviamente “uccide” la libertà dei cittadini, diminuendo il potere degli stessi.

Come durante la II Guerra Mondiale, siamo chiamati alle armi. I fucili: le matite. Le pallottole: il voto. Alla coscienza di ognuno di noi, la scelta da che parte stare. Perché dobbiamo veramente scegliere da che parte stare. La Storia ci giudicherà. Personalmente scelgo la battaglia e la resistenza…. un po’ come fecero i partigiani. L’Italia è la mia patria, è la mia casa e non la cederò a questa “orda di invasori”…

« Una mattina mi son svegliato,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Una mattina mi son svegliato
e ho trovato l’invasor.

O partigiano, portami via,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
O partigiano, portami via,
ché mi sento di morir.

E se io muoio da partigiano,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E se io muoio da partigiano,
tu mi devi seppellir.

Mi seppellirai [Mi porterai / E seppellire] lassù in [sulla] montagna,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E seppellire [Mi seppellirai / Mi porterai] lassù in [sulla] montagna
[sotto l’ombra] all’ombra di un bel fior.

E [Tutte] le genti che passeranno
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E [Tutte] le genti che passeranno
Ti diranno «Che bel fior!»

«È questo il fiore del partigiano»,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
«È questo il fiore del partigiano
morto per la libertà!» »

SHARE
Previous articleANONIMO ROMANO autobiografia del maestro Stelvio Cipriani –
Next articleLa foresta dei sogni
Gianni Leone, fondatore

Essere antipatico è una vocazione.
Non pretendo di dire la “verità” ma almeno limito le “stronzate” cosa che non riesce alla maggior parte degli “Italioti”…
Ho sentito una chiamata… come una voce… quasi una visione mistica, prendere vita dal fango dei pensieri altrui, dall’idiozia “melmosa” e collettiva, dalla superficialità dei vuoti a perdere, dall’indifferenza dei molti, dall’apparente ed insignificante “sensibilità” dei frequentatori dei social, dalle battaglie fatte dietro uno schermo e con un click…
HO deciso di scrivere una rubrica, cattiva, anzi cattivissima ed antipatica: GLI ITALIOTI…E ALTRI “IOTI”…
Non vi preoccupate sputo su tutti, compreso me stesso… nessuna distinzione…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here