David Lynch tra arte e cinema. Teatrino di Palazzo Grassi. 16 – 18 marzo 2017

443

David Lynch tra arte e cinema. 

Tre giornate con incontri e proiezioni alla scoperta dell’universo creativo di uno dei più grandi cineasti contemporanei.
 
Giovedì 16 e venerdì 17 marzo 2017, dalle ore 20.30.
Sabato 18 marzo 2017, dalle ore 17.00.
 
Ingresso libero sino a esaurimento posti.
Proiezioni in inglese con sottotitoli in italiano.
A quasi trent’anni dalla messa in onda de I segreti di Twin Peaks la prima serie di culto nella storia della fiction televisiva – e alla vigilia del suo ritorno sul piccolo schermo con l’atteso sequel, il Teatrino di Palazzo Grassi organizza da giovedì 16 a sabato 18 marzo 2017 uno speciale appuntamento dedicato allo sconfinato universo creativo di David Lynch.
Il Teatrino di Palazzo Grassi entra nel vivo della produzione cinematografica e televisiva di uno dei più grandi registi del nostro tempo con una vera e propria rassegna che prevede 3 giornate diverse con incontri, dibattiti, proiezioni e una maratona di Twin Peaks che ne approfondiscono lo stile, la tecnica e la poetica.
Il ciclo prende avvio giovedì 16 marzo alle ore 20.30 con l’incontro pubblico David Lynch tra arte e cinema, che vedrà la partecipazione del critico cinematografico Andrea Bellavita, tra i massimi esperti in Italia del lavoro dell’autore statunitense. L’appuntamento è volto a tracciare il rapporto tra l’estetica di David Lynch e l’arte contemporanea.
Alle ore 21.00 farà seguito la proiezione del docu-film David Lynch: the art life (USA – Danimarca, 2016, 90’) diretto da Rick Barnes, Jon Nguyen e Olivia Neergaard – Holm, storici collaboratori del regista, nelle sale da lunedì 20 febbraio 2017. Distribuito da Wanted, il lungometraggio è concepito come un diario privato dedicato all’ultima nata della famiglia Lynch, un racconto da padre a figlia in cui il cineasta conduce lo spettatore nei complessi meandri della sua fantasia attraverso ricordi, immagini inedite di repertorio e spezzoni dei primi film. David Lynch, potente voce narrante dell’intero girato, è ritratto mentre dipinge nello studio sopra le colline di Hollywood da dove racconta aneddoti dell’infanzia e della sua adolescenza. La pellicola mette in luce l’importanza fondamentale della sua attività pittorica nella definizione del suo linguaggio visivo, la nascita della sua sensibilità musicale e le origini stesse della sua poetica. Ne emerge così un affresco visionario e misterioso dell’esperienza di Lynch come uomo e artista, quasi come se si trattasse dell’ennesima sceneggiatura affiorata dalla sua fantasia.
La serata di venerdì 17 marzo sarà dedicata alla maratona de I segreti di Twin Peaks, introdotta alle ore 20.30 dall’incontro: Twin Peaks: la madre di tutte le serie d’autore, con la direttrice del Torino Film Festival, Emanuela Martini. Dalle ore 21.00 il pubblico potrà assistere alla proiezione degli episodi dall’1 al 4 de I segreti di Twin Peaks, trasmessi in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Sabato 18 marzo dalle ore 17.00 proseguirà la maratona dedicata alla serie televisiva con la proiezione delle puntate numero 5, 6, 7 e 8. Infine, alle ore 21.00 sarà presentato il film noir girato da David Lynch nel 1997: Strade Perdute (USA – Francia, 1997, 134’), a conclusione dell’ideale esplorazione dell’opera e dell’immaginario del regista promossa dal Teatrino di Palazzo Grassi, volta alla comprensione di quali siano gli aspetti fondamentali della sua opera che da tanti anni continuano ad affascinare il pubblico internazionale.
Il calendario completo della stagione culturale è disponibile sul sito di Palazzo Grassi, alla pagina “calendario”.  www.palazzograssi.it 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here