Nasa Space Apps Challenge: a Torino la seconda edizione dell’hackathon dedicato allo spazio

1742

Per il secondo anno consecutivo, torna a Torino la Space Apps Challenge, una maratona di 48 ore promossa dalla NASA dedicata allo spazio e alle sue sfide. L’evento rappresenta il più grande hackathon dedicato allo spazio a livello mondiale e si svolgerà sabato 29 e domenica 30 aprile 2017 in contemporanea in oltre 170 città, coinvolgendo migliaia di persone di tutti i continenti: a Torino sarà co-organizzato da Treatabit, il programma di preincubazione dell’I3P per le startup digitali, in collaborazione con Tyvak International, I3P, Leaf Space, HKN Polito, Jetop e Alta Scuola Politecnica; sarà ospitato presso l’incubatore del Politecnico di Torino (via Piercarlo Boggio 59/A).

Parte dell’iniziativa internazionale Open Government Partnership, la Space Apps Challenge ha l’obiettivo di unire persone con competenze trasversali nella realizzazione di progetti che riguardano da vicino lo spazio. Per risolvere le sfide dell’evento servono una molteplicità di discipline, dalla robotica all’aeronautica, dal design alla data visualization, dalle competenze tecniche a quelle business. A partecipare sono dunque chiamati designer, artisti, imprenditori, studenti e curiosi, indipendentemente dal loro background personale o dal livello delle loro competenze.

Il tema annunciato per questa nuova edizione è “la Terra”, un sistema complesso e dinamico: per tutto l’anno, la NASA prova a far luce su molti aspetti che la riguardano, tra cui gli oceani, i terreni e gli esseri viventi. Con la Space Apps Challenge, la NASA intende coinvolgere tutti i partecipanti per scoprire qualcosa in più sul mondo in cui viviamo, prevedendo i futuri processi del nostro Pianeta.
La SpaceApps Challenge avrà inizio sabato 29 aprile alle ore 9.30 con la presentazione dei mentor e della giuria. Successivamente, i team potranno iniziare a lavorare e sviluppare i propri progetti con il supporto dei mentor. Questa fase potrà andare avanti per tutta la notte, fino alla domenica pomeriggio quando i progetti dovranno essere pubblicati presentati alla giuria locale e pubblicati nella piattaforma online per poter partecipare alla sfida globale.
I partecipanti saranno supportati dai mentor delle startup aerospaziali incubate presso I3P, Leaf Space e Tyvak International. Leaf Space opera con l’obiettivo di facilitare l’utilizzo dello spazio a scopi commerciali, mentre Tyvak arriva direttamente dagli Stati Uniti e si occupa di nanosatelliti per il mercato globale delle telecomunicazioni.

Chi è I3P

I3P è l’Incubatore d’imprese del Politecnico di Torino. È uno dei principali incubatori europei e sostiene startup fondate sia da ricercatori universitari che da imprenditori esterni.
Fondato nel 1999, è una società costituita da Politecnico di Torino, Città Metropolitana di Torino, Città di Torino, Camera di Commercio di Torino, Finpiemonte e Fondazione Torino Wireless.
Ad oggi ha favorito la nascita di 211 imprese, che hanno ottenuto capitale di rischio per circa 47 milioni di Euro e generato oltre 1600 posti di lavoro e un giro d’affari di oltre 84 milioni di Euro nel 2016.

I3P offre alle startup spazi attrezzati, consulenza strategica e specialistica, e continue opportunità di contatto con investitori e clienti corporate.
In I3P possono accedere studenti, dottorandi, ricercatori, docenti del Politecnico di Torino o degli enti pubblici di ricerca, oltre che imprenditori o esterni interessati a sviluppare una startup innovativa con validata potenzialità di crescita. I settori di attività delle startup variano dall’ICT al Cleantech, dal Medtech all’Industrial, dall’Elettronica e automazione al digitale e in ambito Social Innovation.
Nel 2011, I3P ha lanciato TreataBit, un percorso di incubazione dedicato ai progetti digitali rivolti al mercato consumer, quali portali di e-commerce, siti di social network, applicazioni web e mobile. Ad oggi Treatabit ha supportato 268 idee d’impresa, di cui 172 progetti sono online e 96 sono diventate impresa.
Promotore di importanti iniziative per il trasferimento tecnologico, l’incubazione e la crescita di impresa, l’attività di I3P si inquadra nelle strategie globali del territorio piemontese volte a sostenere la ricerca, l’innovazione tecnologica, l’innovazione sociale e la nuova imprenditoria.
Nel 2014 I3P si è classificato al 5° posto in Europa e al 15° al mondo nel ranking UBI Index (University Business Incubator) la classifica annuale degli incubatori universitari che ha preso in esame 300 incubatori di 67 paesi, valutandone l’attrattività e la creazione di valore per l’ecosistema e per i clienti.

Maggiori informazioni sul sito istituzionale: www.i3p.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here