Mosh e Vicky Butterfly per il Burlesque Show del Summer Jamboree #18

870

Sensualità retrò, piume, rossetto rosso, lustrini, ventagli, corpetti, calze di nylon, ammiccamenti giocosi e immancabilmente tanta maliziosa ironia. Sono queste le caratteristiche del moderno Burlesque, erede dello spettacolo ottocentesco in stile vittoriano che, arrivato negli Stati Uniti, ha poi spiccato il volo conquistando tutto il mondo trasformandosi in varietà. Uno spettacolo godibile capace di unire sensualità e divertimento, che da diversi anni è tra i must del “Summer Jamboree” e che anche quest’anno richiama il pubblico della “hottest rockin’ holiday on Earth”, atteso dal 26 luglio al 6 agosto con tre giorni di prefestival.

Il “Burlesque Show – Music and Dance” andrà in scena al Teatro La Fenice, venerdì 4 agosto. Il sipario si alzerà poco prima dello scoccare della mezzanotte, alle 23.59, e dei primi istanti del sabato. Ogni anno, le performer ospiti del Festival sono artiste eclettiche, esperte nell’arte della seduzione, della recitazione, della performance, della danza, del canto. Le protagoniste di questa XVIII edizione, Mosh (USA) e Vicky Butterfly (UK), confermano assolutamente questa tendenza e sono due fuoriclasse internazionali della scena Burlesque. A completare lo spettacolo ci saranno live gli O sister! (ES) e special guest il fisarmonicista Jack Paps (ITA). La serata sarà presentata con competenza da Eve La Plume e Grace Hall, entrambe vanto del Burlesque italiano riconosciuto in tutto il mondo, e avrà il sostegno di un gustoso partner d’eccezione: Macario Retro Drink. Dalle 23.30, il pubblico sarà accolto nel foyer del teatro dalla selezione di dj Swingy the Kid e a seguire dj Dynamaestro.

I posti disponibili per questo “Burlesque Show” a teatro sono 700. I biglietti (16 euro + prevendite) si possono acquistare on line su ciatockets  http://www.ciaotickets.com/evento/summer-jamboree-18-burlesque-show

E dal 26 luglio al 4 agosto all’InfoPoint Summer Jamboree di piazza Manni e direttamente al botteghino (fino ad esaurimento posti) la sera dello spettacolo.

Arriva dagli Stati Uniti dove è cresciuta e vive stabilmente, ma è nata a Mosca, la sensuale bionda Mosh che si esibirà per la prima volta davanti al pubblico italiano grazie al “Summer Jamboree”. Modella alternativa richiestissima e burlesque performer, il suo stile è tendenzialmente fetish, pin-up e non-mainstream. I suoi spettacoli sono originali e disegnati con il top dei professionisti del settore. I costumi haute couture tempestati di gioielli sono realizzati da maestri come Mister Pearl e Garo Sparo. Le opulente e spettacolari scenografie vengono realizzate spesso insieme allo studio della Warner Brothers e all’artista Hutton Wilkinson. Si ispira a icone di bellezza glamour come Jean Harlow, Betty Grable, Mae West e Marlene Dietrich, alle illustrazioni di John Willie. Passa agevolmente dall’immaginario della femme-fatale alla dream-girl di Hollywood. Unisce movimenti da performer suadente a precise acrobazie da ginnasta. Ha infatti studiato per 10 anni le discipline ginniche ed è stata per molto tempo cheerleader, prima di farsi male a un gomito e dover limitare la pratica. Questo bagaglio tecnico-acrobatico e la consapevolezza del corpo si sposano oggi al talento da performer e alla passione per tutto ciò che riguarda la bellezza glamour al femminile. Posa per tantissime riviste e conquista copertine patinate, stampe, libri e video. Il suo debutto nel mondo performativo e live del Burlesque si deve accidentalmente all’invito di un fan che le propose di partecipare a un evento privato, aprendo la strada di una nuova carriera di successo. Tra i più recenti eventi cui ha partecipato c’è il party per l’uscita del libro della Taschen della fotografa Ellen Von Unwerth.

Altrettanto originale e riconoscibile è lo stile di Vicky Butterfly (UK), a cui è affidato il secondo set di Burlesque della nottata. Elegante, maliziosa, ironica, esteticamente ricercatissima e accurata, immagine eccentrica e aristocratica, Vicky Butterfly arriva dal Regno Unito ed è un’artista internazionale i cui spettacoli sono unici e richiesti in molti contesti: da Bollywood al Ritz di Parigi, da Kensington Palace al Casino di Venezia. Spesso è incorniciata da magiche farfalle che volano dai suoi vestiti così come lei aleggia sul palco. Tra i suoi modelli iconici ci sono Anita Berber, Loie Fuller, la Marchesa Luisa Casati, Maya Deren. Recupera lo spirito originario del Burlesque, miscelando Era Vittoriana, Vaudeville e la Golden Age del rock and roll. Per le sue performance si ispira a immaginari pre-Raffaelliti e del Surrealismo francese che le derivano dalla passione per la letteratura e la storia, così come soprattutto dal contesto in cui è cresciuta. Figlia di una showgirl irlandese e di un eccentrico aristocratico viennese, si può dire abbia respirato ambienti e atmosfere bohemian. Innovazione e spirito Vintage si mescolano nei suoi spettacoli, l’immaginario retrò si unisce a quello futurista, il macabro all’erotico, la moderna tecnologia all’estetica decadente. Professionalmente molto versatile, tra le sue competenze ci sono il design per il teatro, il balletto, l’opera, il circo, tutti elementi che utilizza per la creazione delle sue routine.

La band che accompagnerà live questa speciale serata di Burlesque è quella fresca e coinvolgente degli O Sister! (ES). Bravi musicalmente e con quel qualcosa in più che li fa apprezzare anche ai più esigenti e agli estimatori della nicchia, gli O Sister! sono un sextet di Siviglia attivo dal 2008. Nascono come omaggio alla musica popolare nordamericana degli anni Trenta e in generale degli anni d’oro del Dixie e dello Swing, gli anni cui il jazz era una musica per il ballo e per divertirsi, una musica di strada. Il progetto è però anche e soprattutto un omaggio alle Boswell Sisters, trio di donne pioniere nel jazz vocale e nello swing che forse non ottenne il successo meritato, nonostante abbia aperto la strada a tante artiste successive, sia stato imitato da molti gruppi vocali e ammirato da artisti come Ella Fitzgerald. La sorprendente attualità delle armonie delle sorelle Boswell colpì la fondatrice del gruppo Paula Padilla, intenzionata a recuperare le magie di quella musica. Al quartetto originale formato dal trio vocale Paula Padilla (contralto), Helena Amado (soprano) e Marcos Padilla (tenore) e dal chitarrista Matías Comino, si sono poi aggiunti il contrabbasso di Camilo Bosso e la batteria di Pablo Cabra, rinforzando così la componente ritmica del loro suono in un repertorio di vivace jazz music perfetto per ballare. Da allora, O Sister! hanno suonato in tutta Europa facendo circa 200 concerti e cercando di riportare brillantezza e divertimento a quel genere e a quello stile. Le caratteristiche più apprezzate del sestetto sono la spontaneità e l’originalità delle armonizzazioni che portano freschezza e innovazione agli arrangiamenti, sia che si tratti di classici del jazz, sia che si tratti di composizioni originali come quelle contenute nel loro ultimo cd “Stompin’ in Joy”.

L’ Infopoint del Summer Jamboree si trova in Piazza Manni e sarà aperto per tutta la durata del Festival, dal 26 Luglio al 6 Agosto dalle 10 alle 01. Vi si possono trovare anche i biglietti per i dopofestival alla Rotonda a Mare e per il Burlesque, oltre che nei luoghi stessi degli eventi.

Il Summer Jamboree è organizzato dalla società Summer Jamboree e sostenuto dal Comune di Senigallia con la collaborazione di Regione Marche e la partecipazione della Camera di Commercio di Ancona.

 

Sponsor ufficiali della XVIII edizione del Festival: Birra Forst, Kraken, Matusalem, Jose Cuervo, Pinot di Pinot Gancia, Russian Standard, Macario retrò drink, Wind Tre, Prometeo Estra, Centro Commerciale Ipersimply. Partner etico: Lega del Filo d’Oro.

 

Info www.summerjamboree.com

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here