Cuneman 4et

Se il Novecento ha posto come priorità estetica il processo a scapito del prodotto, oggi tutte le innovazioni formali del secolo scorso sono da utilizzarsi come mezzo in funzione del Bello ritrovato. Cuneman Quartet parte dall’esperienza di Ornette Coleman negli anni 60’, riprendendone la tipologia di organico e l’idea che non sia più il metodo universale (be bop) ad essere applicato alle forme che ne derivano, ma che siano le composizioni stesse ad introdurre nuove modalità linguistiche. (Fabio Della Cuna)

Il progetto musicale “Cuneman Quartet” si propone di rinnovare il rapporto tra composizione e improvvisazione, con forme innovative di scrittura e ponendo l’enfasi dell’interplay al centro dell’esecuzione. La scrittura infatti suggerisce un certo grado di libertà e il momento improvvisato sarà la parte principale delle composizioni e non solo un semplice schema. La scelta del non utilizzo dello strumento armonico permette anche una freschezza armonica e melodica, che abilita e dare più libertà ai quattro musicisti. il repertorio si sviluppa attraverso un vero e proprio viaggio scandito dalle composizioni originali che lo caratterizzano. Il quartetto inoltre ha appena pubblicato il suo primo lavoro discografico dal titolo “Cuneman” con la prestigiosa etichetta milanese UR Records  www.urrecords.com

Formazione
Fabio Della Cuna: Sax e Composizioni
Jorge Ro: Tromba e Flicorno
Giuseppe Iubatti: Contrabbasso
Luca Di Battista: Batteria