Il cinema di Luigi Pastore, incontro con il regista

L’Alchimista e MondoRaro, hanno dedicato la prima retrospettita a Luigi Pastore, visionario regista, durante “Cinema è Cultura”.

Oltre la sua filmografia in anteprima assoluta, sono state proiettate, alcune immagini tratte da Deliriumpsike, il nuovo thriller con un insolito e bravissimo Alvaro Vitali.
Il regista ha raccontato la sua storia ed i corti ed i film girati nella sua carriera:

L’uovo e il martello (1992), cortometraggio
Pazzia (1993), mediometraggio
Vexatio (1993), cortometraggio
Danse Macabre (1994), cortometraggio
Fine Millennio (1996), mediometraggio
Hippocampus M 21th (2014)

Come una crisalide (2009)
Violent Shit – The Movie (2015)

Dopo diverse esperienze nell’ambito dei videoclip musicali e dei cortometraggi, soprattutto di genere, ha collaborato con varie emittenti televisive realizzando alcuni format sul cinema.

Ha inoltre realizzato i backstage (non accreditato) dei film di Dario Argento, La sindrome di Stendhal e Il fantasma dell’Opera.

Dal 2002 è titolare della Lu.Pa. Film, produzioni televisive e cinematografiche indipendenti, con cui ha coprodotto il suo primo film Come una crisalide.

Nel 2010 dirige due videoclip per la nuova formazione dei Goblin, realizzando le live studio version di Roller e Profondo Rosso. Quest’ultimo è stato inserito nell’edizione USA in Blu-ray dell’omonimo film.

Nell’Agosto del 2010 è l’ideatore e il direttore artistico dell’Italian Horror Fest, con una prima edizione tenutasi ad Anzio.

L’anno successivo il Festival trova la sua collocazione ufficiale presso il Comune di Nettuno, con un’edizione di grande successo che vede la partecipazione dei registi Eli Roth, Dario Argento, Ruggero Deodato, Lamberto Bava, Gabriele Albanesi, i Manetti Bros., Luigi Cozzi e lo sceneggiatore Antonio Tentori. Di particolare interesse la mostra degli effetti speciali di Sergio Stivaletti e il concerto live della nuova formazione dei Goblin, con i leader storici Claudio Simonetti e Massimo Morante. Seguono altre due edizioni del Festival: nel 2013 con la straordinaria partecipazione di Tom Savini e dei registi italiani Pupi Avati, Sergio Martino, Umberto Lenzi, Enzo G. Castellari, Ivan Zuccon e nel 2014 con una retrospettiva dedicata al regista Luigi Cozzi e la speciale partecipazione del regista polacco Andrzej Zulawski, dell’italiano John Real e con una serata evento presentata da Paolo Ruffini e dedicata al film 4 mosche di velluto grigio di Dario Argento. Ancora una volta il Festival fa registrare grande affluenza di pubblico e si conclude con il suggestivo concerto di Fabio Frizzi dedicato ai film di Lucio Fulci.

Nel settembre del 2014 inizia le riprese del secondo film Violent Shit – The Movie, versione italiana della celebre saga ideata da Andreas Schnaas e Steve Aquilina incentrata sulle efferate gesta di Karl the Butcher, un feroce assassino con una maschera di metallo.