Israele da scoprire: Il Makhtesh Ramon

Il Makhtesh Ramon, un luogo unico situato nel deserto del Negev a circa 85 km a sud della città di Beer Sheva, è il più grande cratere naturale del mondo, lungo 40km e le cui pareti raggiungono i 200-300 metri di altezza. Formatosi nel corso di milioni di anni e modellato dagli agenti atmosferici che nel tempo hanno eroso e trasformato la roccia, è stato luogo di passaggio per molti nomadi del deserto: celebre la Via dell’Incenso che lo attraversa. Durante l’escursione al cratere si potranno scoprire la flora e la fauna che lo abitano, piante e animali, come capre, gazzelle e rettili, che sono riusciti ad adattarsi al clima desertico della zona. Turisti e visitatori possono percorrere l’area in fuoristrada, bicicletta o a piedi per dare uno sguardo alla magia e ai segreti del deserto e alla “finestra” che si apre negli antichi mondi geologici di fossili, sabbie colorate, rocce vulcaniche e molto altro ancora.

Il Mitzpe Ramon Visitors Center offre un’esperienza che combina la storia geologica del cratere con quella della vita del primo astronauta israeliano, Col. Ilan Ramon. Il centro visitatori sorge ai margini di Mitzpe Ramon ed è la prima tappa consigliata di un lungo percorso attraverso il cratere. Nella zona adiacente si trovano lo Zoo Bio Ramon, un parco in cui i visitatori possono scoprire i piccoli animali del deserto, circa 40 specie tra cui tartarughe, serpenti e istrici, ma anche volatili come i falchi, e il Giardino Botanico con la vegetazione tipica della zona, anche in via d’estinzione.

Per trascorrere un’indimenticabile notte nel deserto, la Be’erot Camping Area è un’area campeggio accessibile a tutti i veicoli e la sua posizione centrale è un comodo punto di partenza per le escursioni. Il campeggio dispone di gazebo per dormire sotto le stelle, grandi tende riscaldate con materassi e padiglioni per 6 persone, servizi igienici e docce calde, aree per mangiare, per i falò e illuminazione elettrica. Nei weekend (giovedì-sabato) si può dormire all’aperto o nelle tende beduine.

La Ramon Color Route è sicuramente l’esperienza più colorata che si può fare nel deserto. Si percorre una strada sterrata adatta a tutti i veicoli su ruote iniziando dalla parte orientale di Makhtesh Ramon e si continua su quella che una volta era un’area mineraria. Proprio grazie a questi scavi avvenuti in passato si possono ammirare le rocce che sono emerse e le sabbie colorate. La riabilitazione dell’ex cava è stata gestita dalla Nature and Parks Authority che ha inoltre segnato lungo tutto il percorso i punti in cui soffermarsi e leggere le didascalie che di volta in volta raccontano la storia della formazione del cratere.

Il deserto non smette mai di stupire e ci si può imbattere in scoperte davvero interessanti come … fossili di animali marini! Nella parte meridionale del cratere si trova l’Ammonite Wall, una parete rocciosa contenente fossili di ammoniti, creature marine che abitavano la zona milioni di anni fa, quando il bacino ospitava un mare che copriva l’intero deserto del Negev. Scomparso il mare tutti gli esoscheletri degli ammoniti si riempirono di sedimenti e si fossilizzarono, preservando la loro forma. Una raccomandazione, è severamente vietato raccogliere i fossili!

Il cratere è ricco di spettacolari punti di osservazione, promontori dalle altezze impressionanti che rivelano scenari sconfinati che mozzano il fiato. Gli amanti degli sport estremi possono trovare un’esperienza irrinunciabile, sono infatti organizzati, dal Visitors Center, tour di canyoning e discesa in corda doppia, attività svolte in piena sicurezza per tutti coloro che vogliono scoprire il cratere in ogni suo angolo. Per godersi il cratere anche dall’alto sono organizzati dei tour in mongolfiera, alcune possono contenere fino a 18/20 persone e gli orari della giornata in cui godersi al meglio il tour sono poco dopo l’alba o al tramonto.

Ci sono attività anche per i bambini: all’Alpaca Farm, la fattoria degli Alpaca, situata sul bordo settentrionale del cratere, i più piccoli avranno la possibilità di accarezzare gli alpaca, fare un giro sul loro dorso e scoprire il processo di produzione della lana.

Per maggiori informazioni riguardanti il Cratere Ramon visitate il sito

https://en.parks.org.il/ParksAndReserves/ramon/Pages/default.aspx

Fonte: https://new.goisrael.com/it/