Fukushima come Chernobyl e l’Italia sempre più nella merda… fica(ta) nucleare…

Si, si lo so… un direttore serio non dovrebbe pubblicare articoli che hanno nel titolo o nel testo delle parolacce, ma in questa Italia di buffoni e mediocri, dove la volgarità è padrona, le mie parolacce sono fiori di loto e poi, se fate un piccolo confronto con la volgarità di certa politica e politici, sono un vero e proprio dilettante…

Amo l’Italia, amo veramente questo paese, anche se in esso vi sono troppe contraddizioni ed anche se la maggior parte degli italiani sono dei mediocri. Su forza, siamo onesti… in un paese serio, certa gente non sarebbe mai al governo… allora vuol dire che il problema non è in chi governa, ma in chi ha permesso “loro” di governare.

Stanco dei tribunali, delle querele, delle continue denunce, ho deciso di non occuparmi più dei “protagonisti della politica e degli specialisti dell’arrivismo”. Preferisco impiegare le mie risorse e le mie energie per parlare del “bello”… forse la vera rivoluzione consiste proprio nel tornare ad emozionarci con l’arte e con la bellezza di questo nostro paese… forse una volta che il bello tornerà a far parte delle nostre vite, allora torneremo ad indignarci profondamente e seriamente per il “brutto” e solo allora saremo pronti per un vero cambiamento… ma in questo momento storico è inutile, e sono convinto del mio pensiero… è inutile scrivere degli arrivisti, dei corruttori e dei corrotti che governano questo paese, perché sarebbe come scrivere dell’italiano medio… siamo delle merde certificate, approvate e collaudate… fino a quando non saremo in grado di guardarci allo specchio, ribadisco che è tutto inutile…

Adesso voglio scrivere della capacità di guardare il mondo con occhi diversi… della capacità di non dare importanza ad un paio di tette, un culo, una prestazione orale che permette di diventare ministro, un conto in banca ecc ecc… Insomma ho deciso di scrivere solo di artisti ed arte… ma intendo i veri artisti, non i coglioni osannati dalle folle… Però, prima di scrivere del bello, vorrei fare un’ultima “incursione terroristica” nel brutto e nella mediocrità… eh si, perché parlare di certe cose, è un po come essere dei terroristi…

Il livello di gravità nella centrale nucleare di Fukushima è stato innalzato dal 5 al livello 7 (secondo la IAEA, l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica), in pratica è lo stesso livello di Chernobyl… ricordate cosa è stato Chernobyl per tutti noi? Vi siete mai resi conto che i malati di tumori in questo ultimi 25 anni sono aumentati o pensate che sia solo un caso? Così mentre nel Mondo si vive il “terrore” nucleare, in Italia si insiste ancora sul voler adottare il nucleare. E quale supposta è stata inserita nel culo degli italiani? Semplice, il nostro paese ha bisogno di alternative per la produzione di energia ed il nucleare ci renderebbe liberi dall’importazione estera, datosi che importiamo l’88% dell’energia… beh, è innegabile che l’Italia sborsa circa 30 miliardi di euro per importare petrolio, gas ed energia dalle centrali atomiche francesi… insomma la bolletta è troppo cara, allora viva la “supposta” nucleare… dobbiamo risparmiare! E poi dobbiamo anche confessare che a noi italiani piacciono le supposte e non dite di no… i fatti dimostrano che più le supposte sono grosse e più ci piace prenderle… siamo decisamente dei “bunghizzati”…

E’ stupido ricordare che nel 1987, l’80% degli Italiani disse no al nucleare, in fondo che importanza ha cosa abbiamo deciso oltre venti anni fa? L’Italia deve vivere nel futuro… un futuro al nucleare. A giugno ci sarà un referendum proprio sul nucleare… ma a giugno è iniziata anche la stagione balneare e se ci sarà il bel tempo è meglio andare al mare a prendere la tintarella… ci sono cose molto più serie del nucleare, come ad esempio la fica o il culo… dipende dai gusti… ma si… meglio non pensarci, tanto abbiamo chi pensa e decide per noi… perché affaticarsi nel documentarsi e quindi fare delle scelte consapevoli? Meglio un cervello in vacanza, che avere un pensiero ed una posizione… perché diciamocelo chiaramente, l’unica posizione che adottiamo noi italiani è la “pecorina”…

Un piccolo pensiero, ma proprio piccolo, piccolo passa fugacemente nella mia mente… l’Italia è un paese sismico, come dimostrano i terremoti degli ultimi anni… e se un terremoto devastasse l’area dove è costruita una centrale nucleare? Se accadesse ciò che sta accadendo a Fukushima? Ma che cazzo di pensiero idiota… oggi è una bella giornata… fa anche caldo nella mia città, mi sa che vado al mare… sono certo che è inutile avere certe paure ed affrontare certi pensieri… meglio una giornata rilassante al mare…

Ci sentiamo tra un paio di mesi… con affetto Gianni Leone.