Narcoguerra e ‘narcofose’. Arrestati 16 poliziotti

Nell’ambito delle indagini per le dieci fosse comuni con oltre cento corpi scoperte recentemente in Messico nello stato di Tamaulipas, vicino alla frontiera Usa, sono stati arrestati 16 poliziotti locali, accusati di aver protetto la cellula dei narcotrafficanti ‘Los Zetas’, a cui viene attribuito il massacro. Si conferma che le vittime per lo piu’ di immigranti clandestini, il cui numero e’ stato ora fissato a 126.
Lo ha reso noto la procuratrice generale della repubblica, Marisela Morales Ibanez che ha anche annunciato che e’ stata offerta una ricompensa di 45 milioni di pesos (circa 2,65 milioni di euro), per chi contribuisce all’arresto dei presunti principali responsabili della strage, tre uomini ed una donna.

fonte aduc