Avventura al Parco degli Alberi Parlanti

199

Si tratta di un nuovo format ideato da Gruppo Alcuni e coprodotto con Rai Fiction.

Il programma è stato realizzato anche grazie al contributo previsto della Regione del Veneto a sostegno del cinema e dell’audiovisivo, al supporto della Treviso Film Commission e con la collaborazione con l’Associazione Gli Alcuni – Parco degli Alberi Parlanti.

Il programma – 13 puntate da 45 minuti l’una – andrà in onda sul Canale 43 del Digitale Terrestre, Rai YoYo, e sarà realizzato in live action con inserti in animazione.

Regia di SERGIO MANFIO, aiuto regia di ALESSANDRO TRETTENERO.

La serie è composta da 13 coinvolgenti avventure in cui un gruppo di ragazzini aiutati dal Capi e dall’Assistente, Sergio Manfio e Francesco Manfio, già protagonisti della serie “Eppur si muove”, devono ritrovare, di episodio in episodio, degli oggetti che sono misteriosamente scomparsi dal Parco degli Alberi Parlanti (sono stati rubati i cartelli di segnalazione del Parco, è sparita l’acqua dalle fontane, è stata trafugata la chiave del lucchetto del recinto degli Animali Magici, dal Museo del Parco è sparita una preziosa Ombra Cinese, il modellino in legno della bicicletta di Leonardo da Vinci è introvabile…). Per i bambini non sarà difficile scoprire che i furti sono opera di Maga Cornacchia e dei suoi aiutanti Cuncun e Canbaluc: sarà più complesso, invece, trovare gli indizi che consentiranno loro di risolvere i casi. I giovanissimi investigatori avranno però degli alleati d’eccezione: i Cuccioli, che saranno al loro fianco per aiutarli a fermare la perfida Maga Cornacchia!

In un momento in cui le difficoltà economiche fanno chiudere molti programmi, e in ogni caso non c’è spazio per crearne di nuovi, siamo molto felici di questa opportunità che ci viene offerta da Rai Fiction di realizzare Avventura al Parco degli Alberi Parlanti, un programma che nasce anche grazie alla collaborazione delle Film Commission del Veneto e di Treviso, dicono Sergio e Francesco Manfio, ovvero il Capi e l’Assistente. Siamo doppiamente soddisfatti perché non è solamente un programma nuovo, ma un programma per bambini, una trasmissione in cui i giovani sono davvero i protagonisti e noi abbiamo solamente il ruolo di accompagnarli e guidarli in una fantastica avventura. Ci piace anche che il format metta insieme live action e animazione, com’è ormai diventata una caratteristica apprezzata in tutto il mondo delle nostre produzioni”.

Il nostro programma, aggiunge Sergio Manfio, da un lato vuole rifarsi alla televisione ‘vecchio stile’ quanto a coinvolgimento e presenza dei bambini sullo schermo, dall’altro è caratterizzato da una grande innovazione tecnologica. Solo per fare un esempio, le telecamere RED EPIC che usiamo per girare hanno una risoluzione 6 volte maggiore dell’Alta Definizione (HD)”.

Gianfranco Noferi, Vice Direttore Rai Ragazzi / Rai YoYo: “Il programma ‘Avventura al Parco degli Alberi Parlanti’ andrà in onda in autunno, con la nuova programmazione, e sarà collegata alla messa in onda della V serie del cartoon ‘Cuccioli’. Per noi è molto importante che i bambini siano i veri protagonisti del programma e, come abbiamo visto, sul set giocano e si divertono, e vivono davvero una splendida avventura. Questo è veramente un bell’esempio di buona vecchia Tv dei ragazzi con tecnologia nuova…”.

L’avvio della serie televisiva in coproduzione con Rai Fiction – ha dichiarato Marino Zorzato Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Regione Veneto – mette in evidenza le capacità professionali e creative che hanno reso Gruppo Alcuni una casa di produzione con una professionalità “di qualità” nella realizzazione di programmi e film per ragazzi. Si tratta di un risultato importante per la città di Treviso e per l’intero settore veneto dell’audiovisivo. Un risultato reso possibile anche grazie alla Regione del Veneto che ha riconosciuto il progetto proposto da Gruppo Alcuni meritevole del contributo previsto a favore della produzione cinematografica e audiovisiva. Un settore produttivo che nel Veneto è in ampia espansione e coinvolge affermate case di produzione ma anche tantissimi giovani talenti, un settore che è considerato strategico sia sotto il profilo economico che culturale e che per questi motivi rappresenta un investimento per il nostro Veneto”.

Si tratta di un progetto in cui abbiamo creduto da subito. – afferma il Presidente del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso Gianni Garatti – Da meno di un anno abbiamo istituito, grazie alla collaborazione degli Enti locali, la Treviso Film Commission e nonostante la breve vita abbiamo più volte avuto modo di assistere, scoprire e sostenere iniziative importanti sul nostro territorio. Siamo convinti che anche questo programma sarà un ulteriore modo sia per far conoscere la nostra provincia, sia per far capire l’alto livello professionale dei nostri operatori che esercitano in questo settore.”

LO SVILUPPO DELLE PUNTATE DEL PROGRAMMA

  • La serie si svolge nel Parco degli Alberi Parlanti e la base di partenza è il “Castello di YoYo”;

  • All’interno del castello i bambini protagonisti sono inizialmente coinvolti in un gioco divertente che mette alla prova la loro capacità di osservazione (i giochi sono stati studiati con la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Padova);

  • Superata la “prova di osservazione” l’Assistente riceve la notizia che qualcosa è sparito dal Parco. A portare la notizia sono di volta in volta un messaggero a cavallo o un falconiere con il suo falcone, per aggiungere un tocco di mistero all’avventura;

  • Prima di uscire dal Castello i bimbi indossano degli speciali mantelli magici che permettono loro di nascondersi alla vista degli “alberi spia” alleati di Maga Cornacchia che controllano il Parco;

  • I bambini si mettono alla ricerca degli indizi, addentrandosi tra gli alberi secolari e i cespugli, cercando vicino ai laghetti o sulla collinetta del Parco;

  • Dopo aver analizzato gli indizi i bambini scoprono chi ha compiuto il furto;

  • I partecipanti a questo punto devono risolvere un’ultima prova di abilità: entrando nella sezione del Parco dedicata alle macchine di Leonardo da Vinci devono ricostruire il suo “ponte portatile”, devono mettere in funzione la “barca a pedali”, devono azionare l’argano e sollevare un grande peso, devono risolvere il “memory degli abitanti del bosco”, ecc…;

  • A conclusione della puntata l’Assistente entrerà nel covo di Maga Cornacchia con una telecamera che gli permette di restare in contatto con i ragazzi. Nell’antro di Maga Cornacchia l’Assistente incontra Piccolo Mago che gli sottopone un enigma: una volta risolto il mistero l’Assistente trova la mappa che consente di recuperare l’oggetto rubato e di risistemarlo negli spazi del Parco.

  • Ogni puntata del programma consentirà agli spettatori di rivedere due episodi della serie “Cuccioli” e di rispondere da casa alle domande che il Capi e l’Assistente porranno loro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here