Fronte del Porco: Ddl anticorruzione? Tante chiacchiere e nessun fatto!

Non facciamo gli indiani… nella vita ci vuole culo!… e anche la faccia da culo!
Sul ddl anticorruzione tutti sembra in accordo, e tutti dicono di volerlo fare in breve tempo, ma ovviamente c’è l’inghippo. Sulla, tortuosa, strada dell’approvazione “spuntano” degli emendamenti dal PDL, che tranquillamente si possono definire “salva-Ruby”.
Schifani ha affermato: “Sono fiducioso e ottimista anche perché cercherò di dare una accelerazione ai lavori in commissione. C’è una richiesta ormai unanime che viene dal Paese di dotarlo di una legge che dia anche una risposta immediata ed efficace ai fatti di corruttela che stanno scuotendo pesantemente l’opinione pubblica”. In pratica è il solito politiche per prendere tempo e non fare proprio nulla, infatti poche ore dopo la dichiarazione di Schifani, guarda un po’ ci sono degli emendamenti del PDL che potrebbero far saltare il processo milanese sul caso Ruby, nel quale va ricordato che Berlusconi, meglio noto come “vecchio capo escort”, è accusato di concussione.

Siamo alle solite, nulla di nuovo. Il Fronte del Porco tenta di difendere i “propri simili”, e proprio quando il processo è in dirittura d’arrivo. Una eventuale sentenza sfavorevole potrebbe segnare la fine di “vecchio capo escort”.

Gli italiani che fanno mentre il porcile si riempe sempre più di “merda”? Niente, continuano a rimanere a casa a vedere la partita la domenica e fare le code per il nuovo iPhone 5.