La danza della realtà

167

“Essendomi separato dal mio io illusorio, ho cercato disperatamente un sentiero e un senso per la vita”. Questa frase definisce perfettamente il progetto biografico di Alejandro Jodorowsky: restituire l’incredibile avventura e ricerca che è stata la sua vita. Il film è un esercizio di autobiografia immaginaria. Nato in Cile nel 1929, nella cittadina di Tocopilla dove il film è stato girato, Alejandro Jodorowsky si è confrontato con un’educazione molto dura e violenta, in seno a una famiglia sradicata. Sebbene i fatti e i personaggi siano reali, la finzione supera la realtà in un universo poetico dove il regista reinventa la sua famiglia e particolarmente il percorso di suo padre fino alla redenzione, riconciliazione di un uomo e della sua infanzia. Jodorowsky traccia qui l’affresco di un’esistenza che esalta, al di là di ogni misura, le potenzialità dell’essere allo scopo di rifiutare i limiti dell’immaginario e della ragione, e di risvegliare il capitale di trasformazione della vita che si trova in ciascuno di noi.

Titolo originale: La danza de la realidad
Nazione: Cile, Francia
Anno: 2013
Genere: Drammatico, Documentario
Durata: 130′
Regia: Alejandro Jodorowsky

Cast: Alejandro Jodorowsky, Brontis Jodorowsky, Pamela Flores, Adan Jodorowsky, Jeremias Herskovits, Bastián Bodenhöfer, Andres Cox, Cristobal Jodorowsky

Data di uscita: 30 Ottobre 2014 (cinema)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here