Erogazioni liberali di beni materiali da parte di aziende. Come funziona.

L’ALCHIMISTA legalmente è una APS cioè un’associazione di promozione sociale e culturale, quindi ovviamente ci sono delle regole per poter donare e per permettere alle aziende di poter dedurre l’erogazione liberale di beni materiali in base all’art. 14, comma 1, L. n. 80 del 2005

Nel caso in cui l’erogazione supera i 5164,57€ vi è l’obbligo di Comunicazione scritta da parte del cedente da far pervenire almeno 5 giorni prima della consegna dei beni, agli uffici dell’amministrazione finanziaria e ai comandi della Guardia di Finanza di competenza, nel caso di importo inferiore non vi è tale obbligo.

Per far pervenire la merce alla nostra associazione, e necessario emettere una normale fattura accompagnatoria, nella quale vengono indicate la quantità, la qualità (descrizione dettagliata del bene) e la causale della “vendita” cioè donazione liberale in natura
quindi bisogna anche inserire il valore commerciale della merce, che consentirà le detrazioni previste dalla normativa.

Le cessioni gratuite di beni la cui produzione o il cui commercio rientra nell’attività propria dell’impresa effettuate nei confronti delle associazioni, sono esenti dall’Iva art. 10 n.12 D.P.R. 633/1972.

La procedura inoltre prevede che alla ricezione della merce, la nostra associazione provveda ad inviare mediante pec all’azienda donatrice

una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, che attesta effettivamente natura, qualità e quantità dei beni ricevuti corrispondenti alla fattura accompagnatoria. Nella dichiarazione sostitutiva di atto notorio, vi è anche la dichiarazione d’impegno con la quale attestiamo, appunto, l’impegno ad utilizzare i beni ricevuti in conformità alle nostre finalità istituzionali. Il documento conterrà, inoltre, tutte le generalità del Presidente con relativo documento di identità e copia del certificato di attribuzione del codice fiscale dell’associazione, rilasciato dall’Agenzia delle Entrate di Pescara.

In questo modo si adempie alla normativa, nel massimo della trasparenza, consentendo all’azienda che ha deciso di aiutarci, di detrarre la donazione come previsto dalla legge e di avere tutti riferimenti ed i dati della nostra associazione.