I familiari di Elisa Claps hanno richiesto il prelievo coatto del DNA di Danilo Restivo il quale si trova attualmente in carcere in Gran Bretagna accusato dell’uccisione della sua vicina di casa e tutt’ora risultante essere l’unico indagato per la morte della giovane di Potenza il cui corpo è stato ritrovato dopo 17 anni nel sottotetto della Chiesa della Santissima Trinità. La richiesta è stata resa nota dal fratello della vittima, Gildo Claps a seguito della perizia eseguita dalla prof. Eva Sacchi la quale aveva precedentemente affermato che per violare il corpo della giovane, il suo assassino le aveva tagliato via i vestiti di dosso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here