Nella casa famiglia di Kinderheim a Sant’Ilario, dove era stata precedentemente affidata la minorenne marocchina che in questi giorni è balzata agli onori delle cronache grazie alle sue dichiarazioni sul Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, si sono recati 3 agenti della Questura di Milano, chiedendo di poter parlare con la direttrice della struttura. Della natura e degli esiti della conversazione ancora non è trapelato nulla. Nel frattempo il famoso comico cabarettista Maurizio Crozza, ha voluto mettere la sua firma sull’ultimo scandalo berlusconiano della minorenne marocchina che avrebbe dichiarato di aver partecipato ad alcuni festini trasgressivi presso la residenza privata del Premier ad Arcore. Crozza durante un suo spettacolo al Politeama Rossetti di Trieste ha siglato a suo modo la vicenda asserendo: “Sapete di Ruby, questa marocchina? Io non so più cosa dire. Ma cos’è il bunga bunga? Una sorta di hully gully in orizzontale? E poi di nuovo di mezzo una minorenne? Ma ridateci gli Andreotti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here