Francia: al via lo spinello elettronico

Lo ‘spinello elettronico’ arriva in Francia, una e-cig all’estratto di cannabis, che l’azienda produttrice definisce “al 100% legale”, “senza effetti psicotici” ma “rilassante e antistress”. Una novità che ha scatenato non poche polemiche nel Paese, con medici, operatori e specialisti delle dipendenze molto preoccupati, mentre si discute di possibili ricorsi legali. Il prodotto, secondo l’azienda produttrice KanaVap, è destinato all’uso terapeutico ed è stato realizzato mantenendo solo il principio attivo che agisce come antidolorifico, ansiolitico e regolatore del sonno, il cannabidiolo (Cbd) e che in Francia non è proibito. Mentre lo ‘spinello elettronico’ non contiene tetraidrocannabinolo, detto comunemente Thc, che influisce sull’attività cerebrale e induce reazioni quali paranoia, disturbi del comportamento, ‘imbambolimento’ o euforia.
Molti psichiatri ed esperti di dipendenze lanciano l’allarme sui possibili rischi. L’uso della cannabis, dicono, può essere una malattia nell’adolescente e nel giovane adulto e un prodotto di questo tipo potrebbe essere particolarmente attraente per loro. I produttori Sébastien Béguerie e Antonin Cohen sono impegnati da tempo a favore dell’uso terapeutico della cannabis e hanno fondato nel 2009 l’Ufcm (Union francophone pour les cannabinoïdes en médecine).
La ministra della Salute, Marisol Touraine, si rivolgerà a un tribunale per chiedere di vietarla.

fonte: aduc