Sporche femmine scioviniste – Ariel Levy

SPORCHE FEMMINE SCIOVINISTE_Layout 1Gli ultimi anni della storia delle donne sono stati segnati da Sex and the City, dai tanga, dagli spettacoli di varietà rivisitati in chiave strip. Oggi per una donna non basta avere successo: per essere guardate e ascoltate bisogna farsi desiderare a tutti i costi. “E noi ci siamo cascate”, scrive Ariel Levy. Cosa vuol dire, allora, che una donna è Raunch? Significa: “scandalosa”, “sfacciata” e, soprattutto, “convinta di saperla lunga”. Ecco quindi ricche ereditiere come Paris Hilton che diventano celebri per aver girato un porno, presentatrici che strillano in Tv mostrando improbabili seni rifatti, politiche agghindate come alberi di natale. Originale e provocatoria voce del giornalismo americano, l’autrice denuncia le contraddizioni di quello che viene spacciato per il “nuovo potere delle donne” e il suo libro è una spietata critica della deriva dell’identità femminile che si rivolge ai lettori come alle lettrici.

Editore: Castelvecchi