Fino ad oggi è il cratere meteoritico più grande mai rinvenuto. È stato scoperto in Egitto e misura 45 metri di diametro. Il cratere è stato provocato da un piccolo meteorite a base principalmente di ferro che a contatto con la nostra atmosfera non si è completamente disintegrato come avviene nella maggior parte dei casi. Il cratere meteoritico è stato chiamato ‘Kamil’ ed è stato portato alla ribalta grazie ad uno studio italo-egiziano coordinato da Luigi Folco del Museo Nazionale dell’Antartide e dell’Università di Siena. Questo cratere dimostra che i meteoriti metallici di piccole dimensioni possono entrare nell’atmosfera senza disintegrarsi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here