Pillola per dimagrire? Studio con efficacia su topi

pillole-per-dimagrireUn gruppo internazionale di scienziati ha sviluppato una sorta di “pasto immaginario” che inganna l’organismo, facendogli credere di avere ingerito calorie e invitandolo a bruciare grassi, cosi’ come fa sapere il principale autore dello studio, Ronald Evans, dell’Istituto Salk in Usa. Il composto, sotto forma di pillola, “ha bloccato con efficacia l’aumento di peso, abbassato i livelli di colesterolo, controllato lo zucchero nel sangue e fatto calare ai minimi le infiammazioni presso alcuni topi, con buone possibilita’ di fare degli esperimenti clinici sugli umani”, cosi’ come fa sapere un comunicato dell’Istituto Salk.
La pillola, i cui risultati sono pubblicati oggi sulla rivista Nature Medicine, “invia i medesimi segnali che abitualmente arrivano quando si e’ mangiato molto, in modo che il corpo ha difficolta’ a trovare spazio per memorizzarli”, dice Evans.
Si tratta di un fenomenale ritrovato per combattere l’obesita’, che nel mondo riguarda tra 857 e 2.100 milioni di persone, secondo i dati di un macrostudio pubblicato l’anno scorso sulla rivista medica The Lancet.
L’équipe di Evans ha passato venti anni a studiare il FXR, un recettore di ormoni molto attivo nel fegato, nell’intestino, nei reni e in altri organi. Mentre si mangia, l’organismo consente l’accesso al FXR, lasciando in liberta’ alcuni acidi biliari per la digestione e una modulazione degli zuccheri del sangue e brucia i grassi per creare spazio per il nuovo cibo.

fonte aduc