In Italia la spesa farmaceutica è in diminuzione

farmaciNei primi nove mesi del 2014 la spesa farmaceutica nazionale totale (che comprende i farmaci distribuiti attraverso le farmacie pubbliche e private e quelli acquistati e dispensati dalle strutture sanitarie pubbliche ), e’ stata pari a 19,9 miliardi di euro, il 75,6% dei quali rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Sono i dati dell’OsMed diffusi oggi. La spesa farmaceutica territoriale a carico del SSN, che comprende i farmaci distribuiti attraverso le farmacie pubbliche e private e la distribuzione diretta e per conto, e’ stata pari a 8.769 milioni di euro (144 euro pro capite circa), con una riduzione del 1,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Osservando le principali componenti della spesa convenzionata (farmaci erogati dal SSN attraverso le farmacie pubbliche e private), si osserva che la causa della riduzione della spesa, pari al 2,2%, e’ stata la diminuzione dei prezzi (-3,2%) mentre si assiste allo spostamento di lieve entita’ dei consumi da specialita’ piu’ costose verso quelle meno costose (effetto mix negativo: 0,8%) e a un aumento delle quantita’ di medicinali prescritti (1,9% in termini di dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti).
La spesa sostenuta dai cittadini per ogni compartecipazione a loro carico (ticket regionali e differenza tra il prezzo del farmaco acquistato dal cittadino e il prezzo di riferimento dei medicinali a brevetto scaduto), ha fatto registrare una ulteriore crescita, risultando complessivamente pari a 1.121 milioni di euro, con un incremento, rispetto al 2013, del ?,4%. La spesa privata, comprendente tutte le voci di spesa sostenute dal cittadino, ha registrato una riduzione del 0,1% rispetto allo stesso periodo del 2013. Nei primi nove mesi del 2013 la spesa per i medicinali acquistati dalle strutture sanitarie pubbliche e’ stata pari 108,8 euro pro capite, in crescita del ?,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In media sono state somministrate ogni giorno 159,4 dosi ogni mille abitanti, in aumento del ?,3% rispetto all’anno precedente.

fonte aduc