Matthias SchoenaertsMATTHIAS SCHOENAERTS, attore fiammingo divenuto popolare nel film fiammingo BULLHEAD e poi noto a livello internazionale con UN SAPORE DI RUGGINE E OSSA (presentato a Cannes nel 2012), interpreta Bruno von Falk, il soldato tedesco del quale Lucile si innamora.

“Avevo visto Matthias in BULLHEAD e avevo pensato fosse un attore superbo; quindi l’abbiamo ingaggiato”, dice Dibb.

Matthias Schoenaerts rappresenta Bruno più come un artista che come un soldato.

“Bruno è cresciuto in una famiglia di militari, ma nel profondo è un compositore; nella musica sta veramente il suo cuore e la sua anima. Ma c’è la guerra e deve fare il suo dovere”, dice Schoenaerts. “Cerco di non vederlo come un tedesco, non lo guardo in questo modo. I costumi aiutano molto, non è necessario recitare la parte del tedesco, lo sei e basta. Però a parte questo, lui è semplicemente un essere umano.”

Dibb voleva evitare i ritratti stereotipati del “tedesco buono” o del “tedesco cattivo”. “È molto facile demonizzare subito la gente”, dice. “Il difficile è presentare questo insieme di persone e ciò di cui sono parte. Bruno era entrato nell’esercito e credeva in certe cose; allo stesso tempo però i suoi ideali vengono messi in discussione dalle esperienze che vive. Attraversa un processo di disillusione quando inizia a comprendere le conseguenze delle azioni del suo esercito su quelle persone.”

Il film e il romanzo sono entrambi ambientati in un momento molto particolare della guerra. La Némirovsky smise di scrivere il libro nel 1941, poco prima che i tedeschi iniziassero a far pressione sulla popolazione francese. Inizialmente, la forza occupante aveva cercato di collaborare con il popolo francese. Nel suo romanzo, la Némirovsky non si riferisce mai ai soldati tedeschi definendoli nazisti.

“Sono persone che devono convivere in una situazione molto complessa”, dice Dibb riferendosi ai soldati tedeschi. “Volevo ritrarli ad un livello molto umano, così come aveva fatto Irène Némirovsky.”