Intervista a Marco Gialliani sul film “Se Dio vuole”

MARCO GIALLINI (Tommaso)Ci descrivi il tuo personaggio nel film?

Nel film sono un cardiochirurgo che ad un certo punto ha un piccolo sconvolgimento familiare: si trova a dover fronteggiare una crisi coniugale e a fare i conti con un importante scelta di vita del figlio minore. Lui è un abile e stimato professionista, burbero e sicuro di sé,  costretto a dover smussare questi lati del suo carattere a causa di un insolito incontro…

Cosa ti ha spinto ad interpretarlo?

Ho scelto di interpretare Tommaso per il carattere molto diverso dal mio, perché é un film scritto benissimo. E poi per il cast chiamato ad interpretarlo.

Come ti sei preparato per il ruolo?

Non adotto nessun metodo in particolare, in questo caso ho seguito le direttive tecniche dei medici e del regista, il resto l’ho fatto io.

Come è stato il rapporto con il regista ?

Inizialmente abbiamo avuto qualche piccolo scontro per divergenze rispetto al personaggio ma, una volta visto il film, devo dire che aveva ragione lui. 

Comè stato il rapporto con i tuoi colleghi ?

Il rapporto con i miei colleghi é stato perfetto, avevo già lavorato con la maggioranza di loro e siamo diventati ancora più amici.

Cè qualche episodio della lavorazione che ti ha particolarmente colpito ?

Non ci sono episodi particolari, se non vedere dei bravissimi colleghi all’opera.

Come descriveresti questo film ?

Un bel film, una commedia con risvolti seri, e un film che avrei voluto vedere al cinema.