L’operazione svolta nei primi sei mesi del 2010 ha scoperto che una ventina di persone hanno beneficiato di prestazioni sociali agevolate erogate da comuni e provincia. Le Fiamme Gialle hanno esaminato complessivamente 71 posizioni e le maggiori infrazioni sono risultate riconducibili al comparto di prestazioni scolastiche come ad esempio: contributi per libri di testo, tasse universitarie e mense scolastiche, seguite da quelle per canoni di locazione e da quelle sanitarie.