Le Soffitte di Anna

Le Soffitte di Anna nascono fra Mantova e Ferrara nel 2012.
Tutto nasce in una domenica d’estate, quando Matteo Zibordi (voce e chitarra) e Luca Ventavoli (chitarra) si incontrano a far aperitivo in un bar di Sermide.
Parlando del più e del meno, Matteo confessa a Luca di come abbia già scritto un paio di canzoni, e decidono di trovarsi a suonare quasi per scherzo, iniziando ad attivarsi per cercare un batterista.
Dopo un’estenuante ricerca trovano Alessandro Alberti (batterista), che decide subito di entrar a far parte del gruppo e che presenta agli altri membri l’amico Francesco Zuccoli, che si offre di suonare il basso.
Fin da subito l’idea è quella di fare solo pezzi propri, influenzati sì da gruppi come i Verdena, i Nirvana e i Ministri, ma pur sempre evitando di fare cover.
Nonostante le prime difficoltà, il progetto inizia a prendere forma, Con la formazione al completo e con le prime date alle porte, viene anche stabilito quello che sarebbe diventato il nome del gruppo, “Le Soffitte di Anna”, chiaro riferimento ad Anna Frank e alla soffitta di Amsterdam dove si rifugiava dalle persecuzioni naziste.
Il 25 aprile 2013, in occasione del LiberArci organizzato dal Circolo Arci Chinaski di Sermide (MN), LSdA fanno il loro esordio suonando assieme ad altri gruppi locali come i People of the Sun.
Successivamente si fanno conoscere nei vari festival in giro per la provincia di Ferrara e Mantova.
A settembre 2013, d’accordo con gli altri componenti, Francesco Zuccoli decide di lasciare il gruppo, subentra al suo posto quindi la Chiara Ventavoli (sorella del chitarrista).
Nell’inverno del 2013 decidono di andare presso lo studio di Marco Malavasi a registrare il primo EP, intitolato “La Fame” .
Ad inizio anno del 2014, per problemi lavorativi anche la Chiara è però costretta a lasciare il gruppo, lasciando il posto di bassista a Marcello Ghiretti (Bianconiglio), oltre a lasciargli il compito di presentare l’ep nei vari locali.
Nell’estate del 2014 viene realizzato sotto la regia di Giovanni Tutti il video di “Nikolay”, girato fra la saletta e il Gay Pride di Bologna.
Il testo del singolo estratto dall’EP tratta di un tema sociale importante come quello dell’omofobia, riferendosi in particolar modo a Nikolay Alexeyev (leader del movimento LGBT russo).
Dopo un lungo tour di presentazione dell’EP che ci  visto suonare nelle zone di Mantova, Ferrara, Rovigo, Bologna, Cremona – e che fra le altre cose ci ha permesso di suonare sul palco de La Tenda di Modena – è seguito un periodo in cui ci siamo chiusi in saletta a scrivere i pezzi nuovi.
Le Soffitte di Anna ora sono in di nuovo in studio, nel nuovo Sonic Design di Marco Malavasi, a registrare il nuovo album, che avrà al suo interno alcune partecipazioni con altri artisti e che uscirà presumibilmente per l’autunno del 2015.
Venerdì 19 giugno 2015 è uscito il nuovo video del singolo intitolato “Ti Bacio Come Giuda”, canzone che parla di relazioni amorose e tradimenti, e che è stato realizzato sempre sotto la regia di Giovanni Tutti Films e con la partecipazione di Giulia Roversi.