Perquisite le abitazioni e le segreterie di due deputati regionali dei quali non è stata resa nota l’identità. La Guardia di Fiananza coordinata dal Procuratore di Ragusa Carmelo Pietralia, erano già in possesso di una consistente documentazione che accerta le probabili pressioni dei suddetti politici nei confronti di organi competenti che dovevano esaminare le pratiche d’invalidità.