Anna Maria Tarantino fu ritrovata morta il 5 luglio scorso, nelle campagne di Riano vicino Roma e gli accertamenti derivati dall’autopsia rilevarono segni di violenza subita e conseguente morte per mano di un assassino. I carabinieri di Riano hanno fermato in nottata un uomo ritenuto responsabile dell’omicidio che pare avrebbe già confessato il delitto. La donna ritrovata morta a Riano vicino Roma di professione bancaria e giornalista pubblicista, sarebbe stata uccisa da un autotrasportatore di 40 anni residente a Capena vicino il capoluogo laziale, con il quale la vittima intratteneva una relazione da tempo. L’uomo avrebbe confessato l’omicidio all’alba di oggi dopo essere stato tradotto al comando dei carabinieri. Il motivo risiederebbe in una lite che si è consumata mentre i due si trovavano sull’autovettura dell’assassino, il quale in seguito ha buttato fuori il corpo della donna laddove è stato ritrovato.