Eseguiti 14 arresti in sette diverse regioni dal reparto del NOE dell’Arma dei Carabinieri. Un’impresa in particolare aveva l’incarico di ritirare i liquami presso quelle attività ed abitazioni che non avevano collegamenti con le fogne e gli stessi liquami ritirati avrebbero dovuto essere trattati ma dall’indagine è emerso che invece venivano gettati nelle campagne inquinando terreni e raccolti.