Caserta: Sequestrati beni per 660 milioni di euro

Sequestrati beni appartenenti al clan dei casalesi per un ammontare di ben 660 milioni di euro. I beni in questione, mobili ed immobili, sono intestati ai figli e alle nuore di Dante Passerelli morto qualche anno fa, imprenditore dello zucchero e ritenuto il prestanome di boss storici come Francesco Schiavone e Francesco Bidognetti attualmente detenuti e condannati all’ergastolo.