Si tratta di 12 persone ritenute tutte fiancheggiatrici del boss Gerlandino di Messina. Tutti condannati dalla Corte d’Appello di Palermo i 12 imputati, dopo le denunce antiracket di sei imprenditori della zona che si erano ribellati al pizzo.