Indagati 4 cronisti del giornale per aver pubblicato con strana dovizia di particolari parti di atti ed intercettazioni derivanti dall’inchiesta che ha portato all’arresto di 300 presunti affiliati alla ‘Ndrangheta in tutta Italia. Due dei giornalisti fermati sono residenti a Genova e nei loro scritti hanno fatto riferimento ai nomi di alcuni politici liguri. L’associazione Ordine e Gruppo Cronisti liguri, afferma che questo episodio va a confermare l’impegno dei giornalisti sul fronte della informazione ribadendo il “NO” alla legge bavaglio.