Iniziati ieri nel carcere di Camerino in provincia di Macerata, i primi interrogatori degli arrestati nell’ambito dell’operazione ‘Ragnatela’, riguardante un maxi traffico di 100 tonnellate di rifiuti pericolosi che sarebbero stati illegalmente smaltiti dalla Eco Service, una società del settore operante a Corridonia per essere poi trasportati nelle discariche di Marche, Puglia, Abruzzo ed in Germania. Fra gli arrestati Gianfranco Bernabei responsabile commerciale di Eco Service e Adriano Bernabei Tecnico della stessa società, i quali hanno respinto con forza tutte le accuse.