Il Presidente della Repubblica avrebbe anche espresso preoccupazione per eventuali interferenze nelle indagini. Napolitano dichiara che sarà il nuovo CSM a occuparsi dei presunti tentativi di agevolare la nomina di Alfonso Marra presso la Corte d’Appello di Milano, anche per non creare eventuali interferenze con le indagini in corso. La dichiarazione di Napolitano avviene a seguito della domanda del Vice Presidente del CSM, Mancino, che gli aveva chiesto un parere in merito alla richiesta di alcuni consiglieri del CSM di inserire all’ordine del giorno le questioni emerse dalla inchiesta P3.