“Su di me non ci sono prove ma solo ipotesi che alimentano i dubbi”, queste le parole di Raniero Busco accusato di aver ucciso Simonetta Cesaroni nel 1990. Busco ha proseguito dicendo: “Io non ho fatto niente la mia forza è l’innocenza”. Raniero Busco nel 1990 era il fidanzato di Simonetta Cesaroni, la ragazza barbaramente uccisa all’uscita dell’ufficio in cui lavorava e del quale assassinio non si è mai trovato il colpevole fino ad oggi. L’unico accusato è proprio Raniero Busco che continua ad asserire di essere innocente e che la magistratura non ha prove valide per poterlo incastrare ma poggia le accuse che gli vengono rivolte solo su delle supposizioni. Ma una perizia effettuata sull’arcata dentale di Busco, da parte dei periti, pare sia compatibile con il morso sul seno della Cesaroni.
28) Messina: Arrestato 73enne che avrebbe abusato di una bambina e di uno psicolabile – L’uomo, un messinese di 73 anni, sarebbe accusato di violenza sessuale nei confronti di una bambina di 11 anni e di uno psicolabile di 23 anni. È stato arrestato con l’accusa di abusi sessuali. Pare che l’anziano riprendesse gli incontri ‘erotici’ con il disabile, al quale poi regalava gli stessi telefoni cellulari con i quali aveva effettuato le riprese dei loro ‘incontri’ di sesso. La bambina che invece avrebbe molestato, sarebbe anche una sua parente prossima.