Umberto Marconi, presidente della Corte d’Appello di Salerno, si sentirebbe vittima di quello che lui stesso ha definito un ‘grosso trappolone’ e fa riferimento al rapporto dei carabinieri citato su di un quotidiano che gli adduce il ruolo di stratega del dossier ai danni dell’attuale governatore della Campania Stefano Caldoro. Marconi ha affermato: “Sono stato definito stratega dell’operazione e collettore con gli organi giudiziari non conoscendo Cosentino né Verdini. Chiederò conto agli inquirenti romani di cosa è successo, non posso accettare che venga infangata la mia dignità e trent’anni di carriera. Mi viene attribuito il ruolo di regista del dossier per una telefonata fatta ad Arcangelo Martino dove chiedevo un appuntamento per conto di Ernesto Sica”. Umberto Marconi ha chiesto il trasferimento al CSM.