Il procuratore di Palermo, Francesco Messineo, in merito alla strage di via D’Amelio, ha dichiarato: “ Quella sulle stragi e’ una verità che si cerca dopo 18 anni e che passa anche attraverso certi apparati istituzionali”. La sua tesi è oltremodo convalidata dal procuratore di Caltanissetta, Sergio Lari il quale ha ribadito: “Molte memorie sono state cancellate e i segreti protetti e occultati. Dagli elementi che abbiamo acquisito – aggiunge Lari – sembrerebbe proprio che non sia stata solo la mafia a volere la strage di via D’Amelio”.