La vittima si chiamava Osvaldo Mappa e per il suo omicidio sono stati accusati Massimo Tedesco di 33 anni e Vincenzo Di Bello di 27 anni. I due avrebbero sparato colpi di pistola verso Mappa il 2 aprile 2008, il quale gravemente ferito, morì in ospedale 18 giorni dopo il suo ricovero. L’omicidio pare che fosse stato ordinato in quanto Vincenzo Mappa che precedentemente si era dichiarato un pentito, in seguito avrebbe mostrato l’intenzione di rientrare nel giro degli affari illeciti ed in particolare del giro di droga e delle estorsioni.