Respinta dunque l’istanza da parte del tribunale de riesame di Napoli presentata da Arcangelo Martino. Martino, ex assessore del comune di Napoli, è stato arrestato nell’ambito della vicenda Caldoro e a seguito del respingimento da parte del tribunale del riesame, rimane agli arresti presso il carcere di Poggioreale, accusato di aver partecipato al comitato d’affari occulto che voleva condizionare dei rappresentanti dello stato. A Martino vengono contestati capi d’accusa inerenti la legge Anselmi sulle società segrete e il tentativo di ostacolare la campagna elettorale di Stefano Caldoro.