Via Torrevecchia ore 10 sono stracolmi, sacchetti di rifiuti gettati a terra - Via Torrevecchia ore 10 sono stracolmi, sacchetti di rifiuti gettati a terra - fotografo: mario proto

RIFIUTI: SCIOPERO NAZIONALE IL 13 E 14 LUGLIO. CODACONS CHIEDE A GARANTE DI VIETARLO

ELEVATISSIMI RISCHI IGIENICO-SANITARI PER POPOLAZIONE. CON FORTE CALDO PERICOLO EPIDEMIE A CAUSA DEI RIFIUTI IN STRADA

Lo sciopero dei lavoratori addetti alla raccolta dei rifiuti previsto per il 13 e 14 luglio deve essere vietato in considerazione degli evidenti pericoli per la popolazione che lo stesso comporta. Lo afferma il Codacons, che annuncia una istanza urgente alla Commissione di Garanzia sugli scioperi affinché vieti su tutto il territorio la protesta organizzata dai lavoratori del settore.

“La mancata raccolta dei rifiuti per 48 ore determinerà gravi rischi igienico-sanitari per i cittadini, e per questo lo sciopero deve essere vietato – spiega il Presidente Marco Maria Donzelli – Non è in alcun modo pensabile lasciare la spazzatura a marcire in strada sotto il sole cocente di questi giorni, perché la presenza massiccia di sacchi della spazzatura favorirebbe il proliferare di insetti e topi vettori di numerose infezioni, e potrebbe generare addirittura epidemie tra la popolazione. Il garante deve assolutamente impedire lo sciopero e, non si arriverà ad una soluzione, saremo costretti a denunciare l’interruzione del servizio alle Procure per epidemia colposa e lesioni gravi” – conclude Donzelli.