Si chiama Antonio Bonvino, 24 anni, era fuggito prima a Parigi e poi a Bologna ma la sua latitanza è durata poco in quanto era ricercato dal 18 giugno scorso e non l’ha fatta franca per molto. Bonvino era ricercato per la sua presunta appartenenza ad uno dei clan mafiosi più sanguinari del barese, il clan Di Cosola. Grazie al lavoro dei carabinieri, il latitante è stato arrestato a Bologna sua ultima residenza prima del carcere.