denuncia della RaggiUn terremoto che ha ferito profondamente il centro Italia. Vedrete che quella povera gente passerà l’inverno nelle tendopoli. Vedrete che nulla sarà diverso dal passato…

La disoccupazione, ed in particolare quella giovanile, non è mai stata così alta. L’Istat dice che non c’è nessuna crescita. Il paese è in ginocchio. Il Governo Renzi è palesemente incapace di governare. Le “balle” grandissime di Matteo Renzi, però continuano. Tagli, miracoli, bonus e aumenti di pensioni… Promesse e solo promesse ed intanto sprofondiamo sempre più nell’abisso.

Una stagione estiva che ha visto un calo nei consumi e nel turismo, rispetto al precedente anno, anche se “qualcuno” afferma il contrario. I mari inquinati in tutta Italia, come qui a Pescara, dove però nonostante i riversamenti delle fogne direttamente in mare tutto sembra fermo. Cosa fa la legge?

Terremoto, povertà, inquinamento, dovrebbero essere questi i grandi tempi sui “grandi” giornali, ed invece sono “invasi” di chiacchiere inutili, bugie e “stronzate” (perché non c’è altro modo per definirle), sul lavoro di Virginia Raggi, e del suo staff. La macchina del “potere” si è messa in moto con tutta la sua forza ed attraverso i media controllati dalle lobby, sta generando confusione, con false notizie e ancora più false dichiarazioni da parte dei componenti del M5S. Vociferano anche di una “lotta interna tra Di Maio e Di Battista per il futuro ruolo di Premier… Siamo alla fantascienza pura!

E’ ovvio che devono distruggere l’immagine di Virginia Raggi e lo stanno facendo cercando di attaccare i suoi collaboratori, i nomi “forti” del M5S e raccontando anche la favoletta che tra gli attivisti del M5S vi sia una “rivolta”. Nulla di vero, tutte fandonie.

Sono fortemente convinto che l’attacco alla Raggi ed al M5S, ruoti tutto intorno al fatto che i mafiosi ed i corrotti, molti dei quali appartenenti al PD hanno perso il controllo della capitale, che era un vero e proprio bancomat per le mafie. Magari speravano anche nelle Olimpiadi, così i soliti “palazzinari” potevano, ancora una volta speculare e arricchirsi, mentre noi pagavamo i loro debiti.

E’ lotta aperta e senza “quartiere”. “Loro” cercheranno di generare più caos possibile. La confusione giova moltissimo alla corruzione. Cercheranno di insinuare il dubbio, cercheranno di far passare un messaggio pericoloso e falso: il M5S in fondo non è differente dai partiti. Non vi fate gestire. Domandatevi SEMPRE chi c’è dietro un articolo. Chi ha la proprietà di un giornale o di una tv. Chi controlla chi. Domandatevi quali potrebbero essere gli interessi e quale il fine. Ponetevi sempre delle domande, senza accettare passivamente le informazioni, ma cercate di controllare la fonte. I “ragazzi” e le “ragazze” del M5S dopo due mandati vanno a casa. Tornano alla quotidianità delle proprie vite.

Una sola domanda: secondo voi chi difende maggiormente il popolo? I politici che non si “schiodano” dalle poltrone e che sono legati alle lobby e alla mafia o delle persone che tornano alla propria vita dopo due mandati?

Per quel che vale, vorrei dire a Virginia Raggi: noi cittadini, vogliamo combattere, vogliamo non arrenderci. Ci siamo. Vai avanti.