Bozzetto ma non troppo, poster ufficiale

locandina-bozzetto-non-troppo-rAll’inizio è un foglio bianco. Poi una mano e una matita.

Alla fine è un signore, come ne vediamo tutti i giorni; anche il nome è comune: Rossi. Ma è come se lo incontrassimo per la prima volta, come fosse una novità. E’ uno dei poteri del cinema: farci vedere cose, luoghi, volti quotidiani, come non li abbiamo mai visti.

Il protagonista di questa storia fa questa cosa da oltre 50 anni. L’ha fatta in oltre 300 tra film, corti, lavori per la tv e il web. La fa ancora, ammirato da milioni di spettatori nel Pianeta. Ha ricevuto un Orso d’Oro, una candidatura agli Oscar, premi e omaggi ovunque. È considerato un genio del cinema di animazione mondiale. Il suo nome sta insieme a quelli di Miyazaki, John Lasseter della Pixar, Nick Park, Matt Groening dei Simpson (e di questi, alcuni ne dichiarano esplicita l’influenza). È piuttosto riservato rispetto a premi e glorie, e anche per questo ci si sorprende ogni volta a scoprire quanto sia proprio un Maestro. Altre volte lo si definisce semplicemente ‘un mito’.

È un italiano, e si chiama Bruno Bozzetto.

Questo film racconta per la prima volta cosa c’è dietro, prima, sotto, nelle tasche, dentro questo mito.

Bozzetto non troppo ci fa entrare, guidati dal protagonista, nella sua casa e nel suo studio. Ci presenta i suoi animali e la sua famiglia, gli amici, i suoi collaboratori. Presenta Bruno Bozzetto: mentre si muove in macchina, nei suoi sogni, con una matita in mano.

Ci racconta il suo lavoro. Film e personaggi memorabili e ogni volta nuovi: da West and Soda, SuperVip e MiniVip, Mister Tao, all’umanità che si annienta di Cavallette, dalle fantasie di Allegro non troppo alle antropologie di Mister Otto, Europe&Italy, e dell’alter ego universale, il Signor Rossi.

Tra un giro di valzer, una partita a poker e una corsa sotto la pioggia, il maestro 79enne Bozzetto si presta al gioco fantasioso del giovane regista Bonfanti, alla scoperta del presente di un artista dove la semplicità dei gesti non è una comune quotidianità, ma la ricerca costante di un’idea.

Così mondo disegnato e mondo non disegnato diventano sorprendentemente un unico mondo. Con dentro decine di piccole lezioni di creatività, e alcuni temi: la Natura, l’umorismo, l’assurdità delle guerre…la potenza delle idee.

Come in un solo flusso, il film di Bonfanti mescola un presente vivace e digitale con gli 8 millimetri e gli straordinari lavori di Bozzetto, in un equilibrio che sa di magico, che sa di cartoon.

Gli ammiratori di Bruno, e chi ancora non lo conosce, trovano un mondo irripetibile in animazione accanto a quello in cui vivono tutti i giorni. E come possano talvolta essere la stessa cosa.

BOZZETTO NON TROPPO – Filmografia essenziale (e parziale)

di Bruno Bozzetto

  • 1958 – TAPUM! LA STORIA DELLE ARMI (In concorso al Cannes Film Festival)
  • 1959 – LA STORIA DELLE INVENZIONI
  • 1960 – UN OSCAR PER IL SIGNOR ROSSI  (In concorso al  Festival Internazionale del Film d’Animazione di Annecy)
  • 1961 – ALPHA OMEGA (Premio della Giuria al Festival Internazionale del Film d’Animazione di Annecy, Vienna Film Award alla Viennale)
  • 1963 – I DUE CASTELLI (Silver Boomerang al Melbourne International Film Festival)
  • 1963 – IL SIGNOR ROSSI VA A SCIARE
  • 1964 – IL SIGNOR ROSSI VA AL MARE
  • 1965 – WEST AND SODA (Premio Speciale dell’Anica per il Miglior Film dell’anno)
  • 1966 – IL SIGNOR ROSSI COMPRA L’AUTOMOBILE (Miglior Cortometraggio al Cannes Film Festival, Miglior Cortometraggio al Barcelona International Film Festival,)
  • 1967 – UNA VITA IN SCATOLA
  • 1967 – L’UOMO E IL SUO MONDO (Silver Medal al Festival des Films du Monde de Montreal)
  • 1968 – VIP MIO FRATELLO SUPERUOMO
  • 1969 – EGO (Nastro D’Argento Speciale, Premio della Giuria al Melbourne International Film Festival)
  • 1971 – SOTTACETI (Nastro D’Argento Miglior Film D’Animazione, Golden Medal al Barcelona International Film Festival, Silver Praxinoscopio al New York Film Festival, Golden Medal al Barcelona International Film Festival)
  • 1972 – IL SIGNOR ROSSI AL SAFARI FOTOGRAFICO (Best Animated Film al Tampere Film Festival)
  • 1973 – OPERA (Young Jury Award al  al Festival Internazionale del Film d’Animazione di Annecy, Miglior Cortometraggio al Bilbao International Film Festival, Miglior Cortometraggio al Chicago International Film Festival)
  • 1974 – SELF SERVICE (Nastro D’Argento Miglior Film D’Animazione, Menzione Speciale al Cracovia International Film Festival, Miglior Film al Virgin Island International Film Festival)
  • 1974 – IL SIGNOR ROSSI A VENEZIA
  • 1976 – IL SIGNOR ROSSI CERCA LA FELICITA’
  • 1976 – ALLEGRO NON TROPPO (David di Donatello Speciale, Golden Plate al Chicago International Film Festival, Miglior Film al Barcelona International Film Festival, Premio del Pubblico al Festival International du Film D’Humour de Chamrousse, Grand Prix al Golden Kuker International Animation Film Festival, Bronze Statue al Tampere Film Festival, Grolla d’Oro Miglior Film, Golden Goblet al Shanghai International Film Festival)
  • 1977 – I SOGNI DEL SIGNOR ROSSI
  • 1977 – LE VACANZE DEL SIGNOR ROSSI
  • 1978 – BABY STORY (Blue Ribbon al Los Angeles Film Festival, Nocciola D’Oro al Giffoni Film Festival)
  • 1982 – MOA MOA (Winsor McCay Award)
  • 1987 – BAEUS (Second Award Red Ribbon al New York Film Festival, Cifej Award al Varna Animation Film Festival)
  • 1987 – SOTTO IL RISTORANTE CINESE
  • 1988 – MISTER TAO (Orso D’Oro alla Berlinale)
  • 1990 – CAVALLETTE (Nomination Miglior Cortometraggio D’Animazione agli Oscar Academy Awards, Nastro D’Argento Milgior Cortometraggio, Special Award al Shanghai International Film Festival, Premio della Giuria al Ottawa International Animation Festival)
  • 1990 – BIG BANG (In Concorso alla Berlinale, Premio Speciale del Ministero dell’Ambiente della Svizzera)
  • 1991 – DANCING (Third Prize al Ankara International Film Festival)
  • 1993 – DROP (In Concorso alla Berlinale)
  • 1995 – HELP? (FOR HANNA & BARBERA) (Nomination Miglior Cortometraggio al Asifa Annie Award Prize)
  • 1996 – SPAGHETTI FAMILY (Pulcinella D’Argento Al Cartoons on the Bay)
  • 1999 – EUROPE&ITALY (Premio alla Carriera al Animafest Zagreb, Miglior Cortometraggio D’Animazione al Anima Mundi Brasil International Film Festival, Jury Award al International Festival di Tehran, Premio della Giuria al Festival i Castelli Animati, Special Prize Zagreb World Film Festival)
  • 2001- YES/NO (Jury Special Award al Zagreb Film Festival)
  • 2001- STORIA DEL MONDO PER CHI HA FRETTA
  • 2003 – OLYMPICS
  • 2003 – LIFE
  • 2004 – NEURO
  • 2004 – LOOO (Nastro D’Argento Miglior Cortometraggio)
  • 2004 – FEMMINILE E MASCHILE (Pulcinella D’Oro al Cartoons on the Bay)
  • 2005 – MISTER OTTO IN 17
  • 2008 – PSICOVIP (Miglior Serie Tv al Cartoons on the Bay)
  • 2008 – DISNEY’S BRUNO THE GREAT (Premio Vittorio De Sica alla Carriera, Premio Dvd and Blu Ray Award alla Carriera)
  • 2012 – RAPSODEUS (Premio Asifa alla Carriera al  al Festival Internazionale del Film d’Animazione di Annecy, Grand Prix Hiroshima International Animation Film Festival, Premio Maria Adriana Prolo al Torino Film Festival)
  • 2014 – MUKO
  • 2015 VINTAGE OR COOL? (Premio Romics D’Oro alla Carriera)

Scritto e diretto da Marco Bonfanti

direttore della fotografia Marco Ferri

montaggio Angelo Musciagna

musiche originali Danilo Caposeno

suono in presa diretta Claudio Bagni

montaggio del suono Riccardo Spagnol

mix Marco Saitta

post-produzione Magui Studio

effetti visivi digitali Fabio Ricci

titoli di testa animati Fabio Donadoni

Una produzione Zagora e Istituto Luce-Cinecittà

in collaborazione con Sky Arte HD

produzione esecutiva Anna Godano

con il sostegno di Studio Bozzetto & Co.

Bruno Bozzetto Distribution

Una distribuzione Istituto Luce-Cinecittà

Italia, 2016

Italiano, inglese

Colore e b/n (repertorio)

74’

CON

La Famiglia di Bruno Bozzetto

Gli Animali di Bruno Bozzetto

Gli Amici di Bruno Bozzetto

con la Partecipazione Amichevole dei Personaggi di Bruno Bozzetto

e con Bruno Bozzetto