Dopo l’intimidazione mafiosa al procuratore Salvatore Di Landro, interviene il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scolpelliti, dicendo che lo stato è pronto ad inviare l’esercito ed assicura che si tratterebbe di una presenza invisibile che non darà nessun tipo di disturbo alla cittadinanza ma che si occuperà di fare opera di prevenzione contro la ‘Ndrangheta. Palamara, Presidente della Associazione Magistrati ha commentato: “ Se vogliamo una magistratura e forze di polizia che siano sempre all’avanguardia su questo terreno, occorre dotarla di mezzi e risorse”. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha invece assicurato solidale vicinanza dello stato ai Magistrati calabresi.