Mentre gli inquirenti appaiono quasi sicuri che dietro l’omicidio di Angelo Vassallo potrebbe esserci la camorra, in paese si vocifera che potrebbe trattarsi invece di una vendetta scaturita nell’ambito di rancori personali. L’unica cosa certa in tutta questa storia è che si vuole continuare a portare avanti il lavoro di difesa del territorio che vide impegnato in prima persona proprio il sindaco Vassallo. Il consigliere comunale di Pollica, Domenico Palladino ha affermato: “La camorra fa paura ma non ci faremo intimidire. Noi continuiamo a pensare che sia il gesto di un folle mosso da rancori personali, ma se di camorra si tratta, noi saremo qui a combatterla sulle orme di quanto fatto dal nostro sindaco”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here