PROCURA DELLA REPUBBLICA
PRESSO IL TRIBUNALE DI
MILANO

P.M. ADRIANO SCUDIERI

DENUNCIA QUERELA

Il signore/a _____________ nato/a a ________ il _______ C.F. _________ residente in ________ alla Via _______ assistito dal Codacons – Coordinamento di associazioni per la tutela dell’ambiente e dei diritti dei consumatori e degli utenti- in Viale Gran Sasso, 20131 Milano, presso il quale elegge domicilio, si permette di esporre quanto segue:

FATTO

– Il sottoscritto/a è venuto a conoscenza, a mezzo stampa e dai siti web, della notizia relativa alla inchiesta della Procura di Milano, coordinata dal P.M. Adriano Scuderi, sul bagarinaggio online sui concerti e del cosiddetto fenomeno del secundary ticketing, la rivendita a prezzo maggiorato attraverso nuovi circuiti di biglietti per i grandi eventi e dunque all’illecito mercato dei biglietti on line che rappresentano un chiaro fine di lucro e speculativo a danno di tutta la collettività E IN PARTICOLARE DEL SOTTOSCRITTO PER AVERE ACQUISTATO IL BIGLIETTO PER IL CONCERTO DI ……………………..AD UN PREZZO MAGGIORATO DI EURO……………..INVECE CHE ALL’ORIGINARIO PREZZO DI ………………………
– In particolare su Corriere della Sera del 17.11.2016 (All.1) si legge: “Bagarinaggio online sui concerti I pm: è associazione a delinquere. Milano, tra i tre indagati anche l’ad della società Live Nation Italia”.
– Il sottoscritto/a è a conoscenza che il Codacons in relazione a tale inchiesta avrebbe presentato un esposto denuncia e contestuale nomina di parte offesa e istanza di sequestro in cui si evidenziava come la prassi del bagarinaggio online fosse emersa nel servizio andato in onda il giorno 8.11.2016 durante la trasmissione delle “IENE” dal titolo “VIVIANI – DE DEVITIIS: Come funziona – davvero – il business dei biglietti visionabile” al seguente link: http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/viviani-de-devitiis-come-funziona-davvero-il-business-dei-biglietti_662557.html .
– Se quanto contenuto nel filmato su menzionato corrispondesse alla realtà BEN si produrrebbe una alterazione nel mercato della vendita online dei biglietti con UNA LESIONE non solo DELLA BUONA FEDE dei consumatori e del sottoscritto/a che ha speso e spende per partecipare agli eventi dei propri beniamini musicali ma con un danno diretto alle proprie finanze per avere acquistato un biglietto ad un prezzo maggiorato. Tutto questo potrebbe essere idoneo a configurare A CARICO DELLA LIVE NATION – TRA LE PIÙ GRANDI SOCIETÀ INTERNAZIONALI DI ORGANIZZAZIONE DI CONCERTI – QUALORA FOSSERO ACCERTATI I FATTI E LE RESPONSABILITÀ, FATTISPECIE PENALMENTE RILEVANTI, DAL REATO DI TRUFFA AGGRAVATA EX ART. 640 SECONDO COMMA, N. 2-BIS C.PEN. AL REATO DO AGGIOTAGGIO EX ART. 501 C.P. E ART. 501 BIS C.P. AL REATO DI TRUFFA INFORMATICA, AL REATO DI SOSTITUZIONE DI PERSONA e all’associazione a delinquere finalizzata ai reati su esposti.
– Nel caso di specie quanto sembrerebbe delinearsi nell’inchiesta della Procura di Milano si configurerebbe come un danno diretto al sottoscritto/a PER AVERE ACQUISTATO IL BIGLIETTO PER IL CONCERTO DI ……………………..AD UN PREZZO MAGGIORATO DI EURO……………..INVECE CHE ALL’ORIGINARIO PREZZO DI ………………………
– Pertanto, il sottoscritto/a ha subito notevoli danni e nel caso di specie, risulta avere diritto ad essere considerato parte lesa e parte offesa nel procedimento penale che eventualmente dovesse essere instaurato in conseguenza del presente atto e all’esito delle indagini compiute dalla Procura di Milano e legittimato/a richiedere il risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non e del danno morale subito nella misura che sarà liquidata in via equitativa , anche alla luce della nota sentenza della Corte di Cassazione, Sezioni unite civili, n. 2515 del 21 febbraio 2002 che ha affermato che il danno morale soggettivo è risarcibile anche in assenza di danno biologico o di altro evento produttivo di danno patrimoniale.

CHIEDE

All’Autorità procedente di voler utilizzare ogni strumento investigativo consentito dalla legge e dal rito allo scopo di predisporre tutti i controlli necessari per accertare e verificare se nei fatti esposti siano ravvisabili responsabilità penalmente rilevanti nei confronti di Live Nation Italia e di tutti coloro che risulteranno responsabili per i reati di truffa aggravata ex art. 640 secondo comma, n. 2-bis c.pen. al reato do aggiotaggio ex art. 501 c.p. e art. 501 bis c.p. al reato di truffa informatica, al reato di sostituzione di persona e all’associazione a delinquere finalizzata ai reati su esposti e di ogni altra fattispecie riscontrabile da S.V. E IN CASO AFFERMATIVO SI CHIEDE DI ESERCITARE L’AZIONE PENALE.
In relazione a detti fatti il sottoscritto/a afferma, inoltre, la propria qualità di parte offesa, riservandosi la facoltà di promuovere, nelle forme e con le modalità prescritte dalla legge, la costituzione di parte civile nel procedimento penale che eventualmente dovesse essere instaurato in conseguenza del presente atto, nei confronti dei seguenti soggetti nonché di tutti coloro che saranno ritenuti responsabili delle condotte sopra narrate.
Tale richiesta viene presentata al fine di ottenere il risarcimento di tutti i danni subiti e subendi in conseguenza del denunciato comportamento criminoso da liquidarsi in via equitativa.
Chiede, infine, di essere informati circa la proroga del termine previsto per le indagini preliminari, ex art. 406 c.p.p. e dell’eventuale richiesta di archiviazione ex art. 408, comma 2, c.p.p., nonché ex art. 17, comma 3, del D.Lgs. 28 agosto 2000 n. 274 e si oppone alla definizione del procedimento mediante decreto penale di condanna.

FA ISTANZA

Affinché in qualità di parte offesa riceva gli avvisi di chiusura delle indagini ex art. 415 bis c.p.p. e di rinvio a giudizio.

DELEGA E CONFERIMENTO MANDATO

Il sottoscritto/a, quale parte offesa, delega e a tal uopo conferisce mandato al Codacons – Coordinamento di associazioni per la tutela dell’ambiente e dei diritti dei consumatori e degli utenti, eleggendo domicilio presso l’Ufficio Legale Nazionale del CODACONS in Roma, Viale Giuseppe Mazzini, 73, al fine di rappresentare i suoi interessi e, contemporaneamente, lo autorizza a svolgere, per tutta la fase legata alle indagini preliminari, un’attività di assistenza per il buon proseguimento dell’azione e per l’accertamento della responsabilità in capo agli indagati.
Con osservanza

Si allega:

1. Corriere della Sera del 17.11.2016
2. Estremi di un documento di identità: ______
3. Copia biglietto del concerto
Lì _________