L’eccentrico Foster Kalt, famoso creatore di giocattoli negli anni Settanta, ha un’unica ossessione: Sylvia Frank. Fin dal loro primo incontro, nella stanza di un hotel a New York nel 1968, la donna è divenuta per lui un pensiero fisso, tanto da spingerlo a spiarla e a perseguitarla, nonostante i continui rifiuti. La soluzione per porre fine a questo tormento potrebbe essere un gioco, un’invenzione definitiva e inquietante…

Sezione:

  • – AFTER HOURS

Regia

Adam Pinney lavora in ambito televisivo e cinematografico da tredici anni. Membro del collettivo Fake Wood Wallpaper, con sede ad Atlanta, ha collaborato come direttore della fotografia al thriller 24 Exposures (2013) di Joe Swanberg e come operatore di ripresa per due film diretti da Alex Orr, il produttore di The Arbalest: l’horror Blood Car (2007) e la commedia A Is for Alex (2010), di cui Pinney è stato anche sceneggiatore. Come regista ha esordito nel 2002 con il cortometraggio Helena, a cui è seguito nel 2003 The Last Last and the Tribulations of Johnnybush.

Filmografia:
Helena (cm, 2002), The Last Last and the Tribulations of Johnnybush (cm, 2003), The Arbalest (2016).

Cast and Credits

regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio/director, story, screenplay, film editing
Adam Pinney
fotografia/cinematography
Hugh Braselton
scenografia/production design
Aimee Holmberg
costumi/costume design
Karen Freed
musica/music
Thomas Barnwell, Ian Deaton
suono/sound
Nicole Powell
interpreti e personaggi/cast and characters
Mike Brune (Foster Kalt), Tallie Medel (Sylvia Frank), Jon Briddell (l’uomo con il vestito/man in a suit), Robert Walker Branchaud (John Frank), Felice Monteith (Myra Ney), Matt Stanton (Paul, il fonico/the sound guy), Marc Farley (Haskell, l’operatore/the camera guy)
produttore/producer
Alex Orr
produzione/production
ATL Film Services

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here