Questa storia d’amore marxista pone un quesito: la coppia può anche essere una forma di resistenza? Con la partecipazione straordinaria di Occupy, le Pussy Riot, una capra fuggiasca, due barboncini, un esercito di manifestanti, Mos Def, Frankenstein e il primo bacio del cinema.

Sezione:

  • – TFFDOC/LOVE

Regia

Mike Hoolboom (Canada) ha realizzato più di ottanta film e video, partecipato a oltre quattrocento festival e ottenuto una trentina di premi. Vincitore del premio Tom Berner per il suo servizio alla comunità e di due premi alla carriera (dalla città di Toronto e dal festival ungherese Mediawave), ha presentato retrospettive in festival nazionali e internazionali, come l’Images Festival di Toronto, il Cinéma du réel di Nyon, il Cinema de Balie di Amsterdam, il Curtas di Vila do Conde, il Jihlava International Documentary Festival e il Bafici. Tra i fondatori del collettivo Pleasure Dome, ha lavorato come direttore artistico dell’Images Festival di Toronto e come coordinatore presso il Canadian Filmmakers Distribution Centre. Dal 2004 lavora per «Fringe Online», progetto web che mette a disposizione gli archivi di quaranta media artists canadesi.

Filmografia:
Song for a Mixed Choir (1980), White Museum (cm, 1986) Mexico (coregia/codirector Steve Sanguedolce, cm, 1992), Escape in Canada (cm, 1993), Frank’s Cock (cm, 1993), House of Pain (cm, 1995), Letters from Home (cm, 1996), Panic Bodies (doc., 1998), Tom (2002), Imitations of Life (2003), In the Dark (cm, 2003), Public Lighting (2004), Fascination (doc., 2006), School (cm, 2008), Mark (doc., 2009), Lacan Palestine (doc., 2012), Buffalo Death Mask (2014), Scrapbook (2015), Incident Reports (2016).

Cast and Credits

regia, sceneggiatura, fotografia, montaggio, suono, produttore/director, screenplay, cinematography, film editing, sound, producer
Mike Hoolboom