La parabola artistica ed esistenziale dell’artista di origini svedesi Lou Castel. Un vissuto «intrappolato» tra due personaggi diretti da Marco Bellocchio: l’Alessandro di I pugni in tasca (1965) e il Giovanni di Gli occhi, la bocca (1982). Attraversando una Roma sospesa tra archeologia postindustriale e relitti pasoliniani, Castel si apre a un lungo flusso di (in)coscienza sul suo ruolo di attore e al tempo stesso di militante politico, in un generoso atto d’amore verso ciò che resta del suo mestiere oggi.

Sezione:

  • – TFFDOC/ITALIANA.DOC

Regia

Pierpaolo De Sanctis (Roma) è studioso di cinema e autore di documentari, dj e produttore discografico. Ha scritto numerosi saggi sul cinema italiano degli anni Sessanta e Settanta, pubblicati in volumi collettanei e riviste, ed è coautore di due monografie dedicate a Matteo Garrone e Paolo Sorrentino, oltre che del volume Pop Film Art. Visual culture, moda e design nel cinema italiano anni Sessanta e Settanta. Nel 2015 ha fondato l’etichetta Four Flies Records, specializzata nella pubblicazione in vinile di musica italiana prodotta per il cinema, la radio e la televisione durante gli anni Sessanta e Settanta.

Filmografia:
Gli invisibili – Esordi italiani del nuovo millennio (coregia/codirectors Christian Carmosino, Enrico Carocci, Francesco Del Grosso, mm, doc., 2007), Nell’occhio di Venere (cm, 2012), A pugni chiusi (doc., 2016).

Cast and Credits

regia, soggetto/director, story
Pierpaolo De Sanctis
da un’idea di/from an idea by
Domenico Monetti, Luca Pallanch
sceneggiatura/screenplay
Pierpaolo De Sanctis, Alessandro Aniballi, Giordano De Luca
fotografia/cinematography
Niccolò Palomba
montaggio/film editing
Eugenio Persico
musica/music
Andrea «Fish» Pesce, Daniele De Santis
suono/sound
Salvatore Tagliavia
interprete/cast
Lou Castel
produttori/producers
Edvige Liotta, Marco Puccioni, Giampietro Preziosa
produzione/production
Inthelfilm