Nello studio di un’artista, i volti e le figure dipinte prendono letteralmente forma. L’occhio e la mano, mentre sono all’opera, sembrano inseguirsi e intrecciarsi. L’immagine cinematografica e la pittura si specchiano, si richiamano, si sovrappongono.

Sezione:

  • – ITALIANA.CORTI

Cast and Credits

regia, fotografia, montaggio, suono/director, cinematography, film editing, sound
Francesco Dongiovanni
musica/music
Salahaddin Roberto Re David
interprete/cast
Pierluca Cetera
produttore/producer
Cosimo Santoro
produzione/production
Open Reel

Regia

Francesco Dongiovanni (1978) vive e lavora in Puglia. Da tempo affronta temi come l’etnografia, il paesaggio, l’archivio, la memoria e il cinema antropologico e lavora per la casa di produzione Murex, da lui fondata con altri collaboratori. Ha realizzato i mediometraggi Densamente spopolata è la felicità (2011), Elegie dall’inizio del mondo – Uomini e alberi (2013), Giano (2014) e il cortometraggio Anapeson (2015), presentato in concorso durante l’ultima edizione del Torino Film Festival.

Filmografia:
Densamente spopolata è la felicità (mm, 2011), Elegie dall’inizio del mondo – Uomini e alberi (mm, 2013), Giano (mm, 2014), Anapeson (cm, 2015), Studio (cm, 2016).