La storia di una ragazza russa, Nastassia, che vive in Italia e ha nostalgia della sua patria. Francesco Munzi, in uno dei primi lavori realizzati quando era allievo del Centro sperimentale di cinematografia, riprende la ragazza mentre racconta la sua vita di straniera e in vari momenti della sua vita privata e lavorativa: all’aeroporto con un cartello in mano per proporsi come interprete, in un locale, mentre legge in una sala davanti al pubblico, a casa…

Sezione: – FESTA MOBILE/FESTA VINTAGE

Cast and Credits

regia/director
Francesco Munzi
fotografia/cinematography
Paolo Bravi
montaggio/film editing
Walter Fasano
suono/sound
Lilio Rosato
interprete/cast
Marcello Aliotta
produzione/production
Centro sperimentale di cinematografia

Regia

Francesco Munzi (Roma, 1969), laureato in scienze politiche, nel 1998 si diploma in regia al Centro sperimentale di cinematografia. Nel 2004 gira il suo primo lungometraggio di finzione, Saimir, presentato nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia, che riceve una menzione speciale del premio Luigi De Laurentiis Opera Prima. Nel 2006 il film ottiene inoltre cinque candidature ai Nastri d’argento – vincendo il premio per il miglior regista emergente –, due ai David di Donatello ed è nominato all’European Film Awards come miglior rivelazione (Prix Fassbinder). Nel 2008 realizza il suo secondo lungo, Il resto della notte, presentato nella Quinzaine des réalisateurs di Cannes, e nel 2014 torna a Venezia, in concorso, con Anime nere, premiato con nove David di Donatello. Nel 2016 ha firmato con Gianni Amelio il libro L’ora di regia, parte della collana del Centro sperimentale di cinematografia ed edito da Rubbettino.

Filmografia:
Valse (cm, 1992), Tre del mattino (cm, 1994), Nastassia (cm, 1996), L’età incerta (cm, 1998), Giacomo e Luo Ma (cm, 1999), Van Gogh (doc., 1990), La disfatta (doc., 1994), Il neorealismo. Letteratura e cinema (doc., 1999), Saimir (2004), Il resto della notte (2008), Anime nere (2014).